2 Responses

  1. avatar
    The Hooded Claw at |

    Vuoi vedere che aveva ragione Lee Kuan Yew quando disse che se la Cina non diventerà un posto dove i talenti stranieri possono decidere di andare a vivere sapendo di potersi integrare in pieno nella società che li ospita (come succede in US o alcuni paesi Europei) non diventerà mai la potenza che vorrebbe essere. LKY faceva l'esempio di Singapore, ovviamente, che per riuscire ad attrarre eccellenze da tutto il modo si è auto-imposta di usare l'inglese come lingua ufficiale e ha creato un ambiente dove le elite professionali internazionali possono decidere di andare a vivere, lavorare e spendere il loro denaro. LKY nonostante fosse una persona con discendenze cinesi che parlava la favella natia non sembrava avere moltissimo riguardo per la cultura e lingua cinesi. Interessante anche la sua critica al confucianesimo e il rispetto della tradizione scritta in Cina, che lui vedeva come un limite enorme allo sviluppo della società e produzione intellettuale e technologica cinese… 

     

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)