11 Responses

  1. avatar
    The Hooded Claw at |

    È questo il caso? Hanno veramente perso la capacitá di estendere il dominio della lotta (parafrasando Houllebecq)? Oppure i vertici hanno deciso che è meglio consolidare la situazione corrente e solo dopo che ciò è avvenuto partire con una seconda fase offensiva? Evitando l'errore che fecero gli austriaci sul Piave durante la WWI.

    Per quanto riguarda i combattenti stranieri: credo che il pugno di ferro con cui stanno agendo alcune polizie europee al momento stia contribuendo non poco alla diminuzione degli arrivi. Questo aggiunto ad una normale stabilizzazione quasi fisiologica del numero di soggetti che si fanno "radicalizare".

    Reply
  2. avatar
    Anonimo at |

    Buonasera Silendo volevo chiederTi un Tuo parere: che cosa dovrebbe preoccupare di più il Governo Italiano fra questi 4 problemi :

    1) la situazione Economica dell'Italia

    2) il pericolo del terrorismo "ijhadista"

    3) il conflitto Ucraino

    4) la crisi della Grecia.

    E quale ordine daresti Te e quale ordine darebbero gli italiani ?

    Grazie B.A.

     

     

    Reply
  3. avatar
    Diana at |

    Isis, drone americano uccide capo dello Stato islamico in Afghanistan

    Con il Mullah Rauf sono stati uccisi cinque suoi collaboratori

    18:57 – Un razzo, probabilmente sparato da un drone Usa, ha centrato in pieno l'auto su cui viaggiava nella provincia di Helmad il Mullah Abdul Rauf, considerato il responsabile dello Stato islamico nel sud dell'Afghanistan. Lo hanno reso noto oggi i servizi di intelligence (Nds) a Kabul. Rauf, noto con il soprannome di Khadim, è morto con cinque suoi collaboratori. L'uso di un drone è stato confermato dal vice-governatore della provincia di Kandahar.

    L'operazione, ha spiegato l'intelligence afghana, è stata compiuta nel distretto di Kajaki della provincia di Helmand, dove il Mullah Rauf stava opponendosi ai talebani dell'Emirato islamico, di cui in passato era stato ai vertici addirittura come braccio destro del Mullah Omar.

    Fino a non molto tempo fa il governo di Kabul aveva negato la presenza di responsabili dello Stato Islamico sul territorio afghano. Ma la scorsa settimana, durante la Conferenza di Monaco sulla sicurezza, il presidente Ashraf Ghani aveva avvertito la comunità internazionale di non abbassare la guardia sull'Afghanistan che resta "il punto di incontro delle reti di terrorismo globale", compreso appunto l'Isis.

     

     

     

     

     

     

    Reply
  4. avatar
    Anonimo at |
    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)