16 Responses

  1. avatar
    Anonimo at |

    Articolo molto interessante, che riesce a condensare bene, in poche righe, alcune delle dinamiche evolutive della CIA.
    Sulla netta distinzione tra intelligence (nella sua accezione più “ristretta”) e covert actions non sono molto convinto. Perchè, come ben sappiamo, il confine di demarcazione è spesso molto labile. Vi sono molte (troppe) aree di overlapping per poter considerare le due funzioni distinte e, addirittura, affidarle ad organizzazioni diverse. Solo per fare un esempio: si pensi alla posizione privilegiata, sotto l’aspetto dell’acquisizione delle informazioni, che si trova a ricoprire un soggetto deputato a svolgere sul campo attività di political warfare. Avrebbe senso, per un organismo come la CIA, perdere quel tipo di canale informativo o, comunque, perderne la gestione diretta?
    Consiglio un testo, poco conosciuto in Italia (con te, caro Sil, ne abbiamo parlato un pò di tempo fa 😉 ), che offre una lettura molto completa dell’evoluzione organizzativa della CIA (sino ai primi anni 2000):
    http://www.amazon.com/Executive-Secrets-Covert-Action-Presidency/dp/0813191610
    Il testo, oltre ad analizzare il complesso rapporto tra l’agenzia e il decisore politico, si sofferma molto sulle covert actions e sull’intensità e sulle modalità  con le quali i vari POTUS hanno fatto ricorso a tale potente strumento.
    barry lyndon
     
     

    Reply
  2. avatar
    Morgana at |

    Buongiorno Barry, spero di non essere inopportuna ma vorrei qualche chiarimento.
    “…posizione privilegiata…di chi svolge attività di political warfare”.
    Cosa intendi per political warfare?
    E’ come accedere l’aria condizionata nell’ufficio della sicurezza nazionale, l’ambiente è confortevole ed è possibile attivare una corrispondenza biunivoca tra sicurezza e decisore politico.
    Scusami Barry, ma ho una visione più complessa rispetto alla difesa nazionale, in linea generale qualche tempo fa Silendo indicò uno schema di intelligence action CIA  del 2011 (F3EA: find, fix, finish, exploit and analyze)…in cui si valorizzava lo human intelligence of operators (very well and very nice!!).
    Forse la visione da te indicata è quella del vertice, ma non penso che la difesa di una nazione è una serie di archivi ben conservati e catalogati. L’analisi della difesa è l’analisi della realtà e la realtà è in divenire, non è statica su un pezzo di carta in una cartellina.
    Hai presente il “butterfly effect”, un semplice battito di ali di farfalla da una parte del mondo può provocare un dramma dall’altra parte del mondo: il decisore politico può conoscere le relazioni ed essere parte degli accordi diplomatici, il milite al confine di guerra potrebbe subire l’effetto del battito di ali della farfalla, il resto dello human intelligence potrebbe annullare l’effetto e salvare il commando operativo.
    Scusami se sono stata banale e un po’ creativa, ma adoro profondamente la comprensione degli esseri umani e credo che insieme sanno essere speciali.
                                                                                      Morgana
     
     
     
     
     
     
     
     
     

    Reply
  3. avatar
    Anonimo at |

    Ciao Morgana.
    Per Political Warfare intendo quel complesso di attività, più o meno palesi, condotte da uno Stato per influenzare la leadership di un altro Stato (o di una organizzazione internazionale). Sostanzialmente si tratta di ingerenza negli affari interni di una Nazione, che comporta l’alterazione – spesso attraverso metodi non troppo convenzionali – dei processi decisionali di vertice di quello Stato. Questa alterazione, indotta, è funzionale al raggiungimento di obiettivi che, anche nel lungo termine, costituiscono un vantaggio per l’entità statale che conduce le attività di Political Warfare. Rientrano nel Political Warfare, a titolo di esempio, le operazioni psicologiche, la deception, la propaganda, il supporto (finanziario, logistico, militare, etc.) a formazioni politiche antagoniste a quelle governative, il coupe d’état, etc.
    barry lyndon
     

    Reply
  4. avatar
    Morgana at |

    In attesa della tua risposta, ho letto un articolo molto carino su Limes che spiega la storia delle oligarchie economiche in Ucraina e l’emergere del Nord-Est rispetto al Nord-Ovest. Poi per traslazione ho applicato la tua spiegazione di “Political Warfare”………
    …Barry grazie per la spiegazione…ma se posso essere sincera non mi piace tanto questa “Political warfare”, sembra la traduzione a senso del concetto di “deviazione” che mi ha sempre provocato mal di testa e abbassamento ormonale!
    Piuttosto in termini di sicurezza nazionale, se Sherman Kent è il fratello di Clark Kent (Superman) e anche lui ha i super-poteri, probabilmente troverà molte soluzioni nella relazione vertice-politico e servizi segreti.
    Per noi comuni mortali italiani, circondati dalla criptonite invece è osservabile che da qualche anno nella nostra nazione è osservabile una relazione insistente tra vertice-politico e tribunali o arresti domiciliari. Rispetto a questa entropia, in termini di sicurezza internazionale vorrei porti un quesito, che emerge per via esperienziale ed ipotetica: quali sono le rotte di interesse economico del Mossad, particolarmente in Europa?
                                                                            Morgana (…”Superman aiutaci tu!!!)
     

    Reply
  5. avatar
    Morgana at |

    nb. elaboro meglio il quesito ipotetico:
    quali sono le rotte di interesse economico del Mossad, particolarmente in Europa? E quali sono le attività di “Political Warfare” tese a scoprire gli interessi economici islamici in Europa?
                                                           Morgana (“Superman aiutaci tu!!!”)

    Reply
    1. avatar
      Anonimo at |

      Morgana, perdonami, non saprei risponderti. :)
      barry lyndon

      Reply
  6. avatar
    The Hooded Claw at |

    Se esiste un caso esemplare agli occhi di tutti di come il decisore politico, che non ha esperienza di “raw intelligence”, possa fare danni molti seri è quello del famoso dossier sulle WMD che i servizi britannici fecero avere a Tony Blair. Una cosa di cui, a quanto pare, ancora oggi si pentono:
     
    http://www.independent.co.uk/news/uk/politics/intelligence-services-tried-to-withhold-reports-from-tony-blair-after-wmd-fiasco-9432155.html

    Reply
  7. avatar
    Morgana at |

    Va bene Barry allora aspetto Superman…e nel frattempo mi leggo Luttwak….
    ……………………………………………………………..Morgana

    Reply
  8. avatar
    Morgana at |

    Una buona notizia!!!!!
    http://www.corriere.it/esteri/14_maggio_27/federico-motka-rientrato-italia-sta-bene-2e023c14-e58c-11e3-8e3e-8f5de4ddd12f.shtml
                                                                                         Morgana  
     

    Reply
  9. avatar
    Asso at |

    Morga’ non sono abbonato al Corriere. Ce lo faresti un veloce sunto? Ciao

    Reply
  10. avatar
    Morgana at |

    “Federico Motka, cooperante italo-svizzero rapito in Siria un anno fa e rilasciato ieri, è atterrato questa mattina presso l’aeroporto di Ciampino dove è stato accolto dal ministro degli Esteri.
    Motka era stato rapito in Siria ad Atmeh il 12 marzo 2013 ed è stato liberato ieri nei pressi del confine turco.
    Motka ha raccontato di essere stato sequestrato in Siria dallo Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isil), di cui ha visto la bandiera, di essere stato torturato e trasferito sei volte. Lo riporta la testata turca Anadolu, citando una dichiarazione dell’italo-svizzero, rilasciato ieri ad Akcakale in Turchia e rientrato oggi in Italia”.
    Asso…ecco il riassuntino…perchè le ong all’estero finiscono spesso nei casini?

    Reply
  11. avatar
    Asso at |

    Perché sono un bocconcino prelibato che è alla facile portata dei malintenzionati. Dovrebbero essere maggiormente tutelate …..

    Reply
  12. avatar
    Morgana at |

    Io confido molto in questo blog….spero che Superman ci protegge sempre…e personalmente mi auguro che non mi vendono a tranci al mercato del pesce!!
                                                               Morganuccia

    Reply
  13. avatar
    Asso at |

    Superman fa quel che può ma perde tutte le forze in presenza della criptonite. Stai lontana dalla criptonite e il tuo rischio di essere ridotta in filetti di simil – sgombro si ridurrà drasticamente.
     

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)