17 Responses

  1. avatar
    barry lyndon at |

    onore!

    Reply
  2. avatar
    Giovanni Nacci at |

          
     
     
     

    Reply
  3. avatar
    Asso at |

    Che Dio lo accolga nel suo Regno

    Reply
  4. avatar
    Anonimo at |

    ONORE PER LA VITA SACRIFICATA  e VICINANZA AI SUOI FAMILIARI .
    B.A.

    Reply
    1. avatar
      Silendo at |

      Mi associo, caro Babbano: onore al nostro soldato e condoglianze ai suoi cari :(

      Reply
  5. avatar
    Anonimo at |

    <<secondo le prime informazioni, tuttavia, un uomo che indossava un’uniforme dell’esercito afgano si sarebbe avvicinato al Lince, buttando all’interno una bomba a mano. Lo Stato maggiore della Difesa conferma che “un elemento ostile ha lanciato un ordigno esplosivo all’interno del primo dei tre mezzi del dispositivo della TSU south. Il mezzo, presumibilmente rallentato dal traffico nei pressi di un incrocio, dopo l’ esplosione rientrava autonomamente presso la base di Farah>>  http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/associata/2013/06/08/AFGHANISTAN-ATTACCO-MILITARI-ITALIANI-MORTO-_8838138.html

    Reply
  6. avatar
    Anonimo at |

    L’ATTENTATORE-BAMBINO – E’ stato un “coraggioso, eroico ragazzino afgano di 11 anni che ha lanciato la granata”, rivendicano i talebani. In realtà, la ricostruzione dei fatti non è ancora chiara. Lo Stato maggiore della Difesa smentisce la notizia, circolata a caldo, che l’attentatore fosse un uomo con indosso una uniforme afgana. Nella sua versione ufficiale, parla di un attacco da parte di “elementi ostili”, uno dei quali “ha lanciato un ordigno all’interno del primo dei tre mezzi” italiani, “presumibilmente rallentato dal traffico nei pressi di un incrocio”. E’ possibile, ma non ci sono conferme, che i militari abbiano aperto al bambino e che questi abbia così inserito la bomba nell’abitacolo. Un ordigno probabilmente non di altissimo potenziale, e tale appunto da poter essere maneggiato da un ragazzino: lo dimostra il fatto, tra l’altro, che il mezzo è potuto “rientrare autonomamente” alla base.
    LA RIVENDICAZIONE DEI TALEBANI PARLA DI UN BAMBINO ….
    B.A.

    Reply
  7. avatar
    Nemo Profeta at |

    .

    Reply
  8. avatar
    jackallo at |

    J.

    Reply
  9. avatar
    Jolly at |

    .

    Reply
  10. avatar
    pluto 4 at |

    IN QUESTI GIORNI SI E’ ACCESO UNA STELLA NEL CIELO DEGLI EROI , MA QUI IN TERRA SI E’ PERSO UN UOMO ( COLLEGA) ONORE AGLI EROI
    UN ABBRACCIO DI CORDOGLòIO AI FAMIGLIARI
                                                                         PLUTO4

    Reply
  11. avatar
    Jolly at |
    Reply
  12. avatar
    Diana at |

    Cosa dovrei fare con un’ala bloccata?
    Che non mi permette di volare.
    Sono stata silenziosa troppo a lungo.
    Ma non ho dimenticato la melodia,
    Perché ogni istante bisbiglio le
    canzoni del mio cuore
    Ricordando a me stessa il giorno in
    cui romperò la gabbia
    Per volare via da questa solitudine
    E cantare come una persona
    malinconica.
    Io non sono un debole pioppo
    Scosso dal vento
    Io sono una donna afgana
    E la sensibilità mi porta a
    lamentarmi. (Nadia Anjuman, poetessa afghana)

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)