4 Responses

  1. avatar
    jackallo at |

    A mio avviso, il primo e macroscopico errore  è stato quello di voler a tutti i costi tradurre il termine “cyber-security” – presente anche nel nostro Glossario nella forma inglese – e di farlo utlizzando la parola “sicurezza cibernetica”, invece di “sicurezza informatica”, decisamente più corretta.
    Questo – forse – perchè la parola “sicurezza informatica” in Italia fa echeggiare concetti troppo legati a firewall e antivirus, piuttosto che ad una scienza che mira a garantire la confidenzialità, l’integrità e la disponibilità dei dati e dei servizi di uno o più sistemi informatici. Questo, però, non giustifica un errore così macroscopico, per di più in documenti ufficiali e testi normativi.
    La cibernetica (cybernetics, in inglese), invece, come da anni specificato anche da Giovanni Nacci, è lo studio del controllo e della comunicazione negli animali e nelle macchine che, se proprio vogliamo ragionare in un’ottica di evoluzione del linguaggio, potremmo identificare oggi, in modo semplicistico, con l’Intelligenza Artificiale.
     
    Stesso ragionamento, ovviamente, vale anche per tutti gli altri termini che utilizzano la parola italiana “cibernetico/a”, ivi compresa la “protezione cibernetica”, che fortunatamente, però, non è stata posta come definizione, ma solo (ab)usata nel testo della Direttiva.
    Inoltre, trovo anche poco appropriato – penso di averlo anche già scritto – che nel Glossario si definisca solo il concetto di “cyber-war” e non anche quello di “cyber-warfare” e che, per di più, nel concetto di cyber-war si sia fatto rientrare anche tutto ciò che “war” non è.
     
    In conclusione, capisco la difficoltà di tradurre il termine “cyber-*” nella lingua italiana, ma l’approssimazione, soprattutto nei testi ufficiali e di legge, non giova a nessuno.

    Reply
  2. avatar
    Morgana at |

    Buongiorno Silendo! Questa mi sembra davvero una buona notizia:
    http://www.buonenotizie.it/in-evidenza/2013/03/15/scienziato-italiano-vince-il-nobel-per-linformatica/
    a te Silendo il premio corrispondente dall’Italia….e per tutti gli altri non resterà che fare come Bart Simpson :
    http://digilander.libero.it/flashscreen/bart-simpson-saw-game.jpg
    e scrivere ripetutamente “non userò mai più impropriamente la parola cyber!”
                                                                                                             Morgana

    Reply
  3. avatar
    Anonimo at |

    FORSE SAREBBE IL CASO DI CREARE IL TERMINE …. CYBER-MARO’ PER LA LORO “PAZIENZA”.
    B.A.

    Reply
    1. avatar
      AllegraBrigata at |

      EH GIA’!

      Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)