16 Responses

  1. avatar
    Alfiere at |

    Magnum gaudium! 😀

    Reply
  2. avatar
    Giovanni Nacci at |

    L’epicarpo è fittamente ricoperto di peluria che scompare a maturazione incipiente, di colore giallo oro intenso.La polpa è facilmente ossidabile e spesso ricca di sclereidi, poco dolce ed astringente. Semi: generalmente numerosi, poligonali, spesso agglutinati tra loro da un evidente straterello di mucillagine.

    Molte cv sono autoincompatibili, impollinazione entomofila; poca è la produzione partenocarpica. Limiti pedoclimatici: è molto sensibile al calcare, alla siccità; le gelate tardive possono danneggiare la produzione, sebbene sia resistente al freddo, a causa della tardiva maturazione.

    Reply
    1. avatar
      The Hooded Claw at |

      Penso che riderò per i prossimi due giorni… 😀

      Reply
    2. avatar
      AllegraBrigata at |

      Giovanni, Giovanni…. 😀 :)

      Enrico 

      Reply
      1. avatar
        Giovanni Nacci at |

        lo so, sono insopportabile 😛
        Nei miei rari (rarissimi, dicono in giro…) momenti di lucidità ne sono pienamente consapevole… 😀

        Reply
  3. avatar
    Anonimo at |

    il melo cotogno…che centra con la cyber sec?
    hastatus

    Reply
  4. avatar
    anonimo at |

    il solito polemico…..

    Reply
  5. avatar
    Nemo Profeta at |

    ho scritto un post e poi l’ho riletto. Non lo pubblico perché stavolta davvero mi vengono a cercare e mi fanno un mazzo tanto… 

     

    Reply
  6. avatar
    Nemo Profeta at |

    vabbé, qualcosina la dico:

    Prima pagina venti notizieventuno ingiustizie e lo Stato che fasi costerna, s’indigna, s’impegnapoi getta la spugna con gran dignità. 

    Reply
  7. avatar
    Nemo Profeta at |

    scusate, doveva venire cos’:

    Prima pagina venti notizie
    ventuno ingiustizie e lo Stato che fa
    si costerna, s’indigna, s’impegna
    poi getta la spugna con gran dignità.

    Reply
  8. avatar
    Nemo Profeta at |

    mamma, rileggo i post e mi renco conto che sto iniziando a pensare nell’altra lingua…

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)