24 Responses

  1. avatar
    Princesse at |

    Ti direi, parecchio ridicolo…e non in linea…ciao Sil, notte
    Princesse

    Reply
  2. avatar
    elperroloco at |

    ….Scusate….non sono aggiornato….ma….abbiamo un’Unione in Europa? e da quando?…..

    ePL 

    Reply
  3. avatar
    half-baked at |

    A me no, perchè tutto sommato la crisi del debito poteva andare in spirale molto, molto male e di solito queste cose poi si portano dietro conseguenze non liete. Magari sono troppo ottimista…

    Reply
    1. avatar
      Anonimo at |

      ciao Half-baked,
      anch’io l’ho letto così: un premio di incoraggiamento per avere (forse) evitato scenari totalmente da incubo.
      cioé, da un lato si scommette sull’eurodipartita, dall’altro tutti sanno bene che il completo e definitivo collasso economico-finanziario dell’Eurozona avrebbe conseguenze.. come dire…alquanto negative

       

      Reply
  4. avatar
    Teofilo at |

    Credo che vi sia ancora una forte vocazione al romanticismo di stampo Goethesco in Svezia 😀 

    Io direi: forse piuttosto avrebbero dovuto assegnare il Nobel all’Euro (sic!), dato che l’UE è una struttura politica fino ad oggi de facto inconsistente, nel senso che così com’è funziona perlopiù da link, piuttosto che da legislatore, demandando ogni decisione alla ratifica dei singoli Stati.

    Sinceramente, sapreste rispondere all’istante se vi domandassero chi è il Presidente del Consiglio UE? Oppure il numero dei deputati del Parlamento UE? O lo scopo della Commissione UE? (senza fare domande su la Corte di Giustizia…)

    ..io no, ammetto che devo documentarmi meglio. :)

    Saluti,

    E.S. 

    Reply
  5. avatar
    Jolly at |

    Vi cambia qualcosa se conferiscono il nobel all’UE o a Obama o ad Arafat ?

    quanto alla domanda “….Scusate….non sono aggiornato….ma….abbiamo un’Unione in Europa? e da quando?…. ”
     

    … dipende da cosa si pretende che sia l’Unione europea. I padri dell’Europa non hanno mai pensato che il percorso verso un’Europa politica fosse semplice e immediato.
    In cinquant’anni sono impressionanti i progressi che sono stati fatti dalle tre Comunità.
    Se penso solo che senza colpo ferire, sono stati cambiati gli assetti economici e in alcuni casi politici di una ventina di paesi che sono progressivamente entrati a far parte dell’Ue.
    Il fatto è che le invasioni senza uso di armi non fanno notizia … 

    Ma penso che l’obiettivo della discussione fosse una chiacchera da bar più che una discussione sulla politica estera UE. :)

    Reply
    1. avatar
      AllegraBrigata at |

      Se penso solo che senza colpo ferire, sono stati cambiati gli assetti economici e in alcuni casi politici di una ventina di paesi

      Appunto Jolly…. “senza colpo ferire”??? Ne sei proprio sicuro??? O l’Unione Europea non è altro che la diretta conseguenza della più devastante guerra che l’uomo abbia conosciuto?

      Reply
  6. avatar
    Anonimo at |

    Caro Jolly,
    che bel post. bravo. però è importante che si sottolinei come attualmente il processo e il percorso dell’UE stia conoscendo battute d’arresto (o cmq gravi rischi di battute d’arresto) e comportamenti poco accorti da parte di troppi capi di governo,
    senza considerare che movimenti estremisti anti-europei si vanno rafforzando negli indeboliti e doloranti spazi politici nazionali.
    cmq, dici bene Jolly. inoltre, in specifico, per l’Italia l’UE è fondamentale. Bravo

    Reply
    1. avatar
      AllegraBrigata at |

      Ragazzi scusate ma voi davvero pensate che l’Unione Europea abbia raggiunto qualche risultato autonomamente? Credete davvero alla storiella dell’Unione di pace, all’Unione “potenza civile”??? :O

      F.

      Reply
      1. avatar
        Anonimo at |

        Caro F. ,NO,
        io personalmente non credo a nessuna storiella.
        anzi, penso che siano i critici dell’UE a credere a fin troppe storielle.
        nel senso che se uno pretende che i sette nani e le renne di Babbo Natale esistano davvero sulla terra, alloora certo non sarà mai soddisfatto da quel che in Europa si prova a fare per evitare scontri troppo diretti da un lato e per cercare di portarsi a casa qualcosa dall’altro.
        oppure tu credi che al congresso americano si vogliano tutti bene o che i paesi del Golfo siano innamorati l’uno dell’altro?
         

        Reply
  7. avatar
    Jolly at |

    F.,

    non credo allo storiella dell’Unione di pace, ma avendolo visto con i miei occhi tante volte a Ginevra al WTO, quando parla il rappresentante della Commissione gli altri stati ascoltano con molta, molta attenzione e non pensano certamente alla capacità militare.
    Ad ogni modo, la mia risposta non era al quesito “a proposito del nobel all’UE”, ma alla osservazione “se abbiamo l’UE”.

    Ad ogni modo non si comprende cosa tu intenda per “autonomamente”, le strutture che sono finora state create (Comunità europee, Unione europea post Maastricht, Unione europea post Lisbona) non hanno mai inteso sopprimere gli stati.
    L’UE è i suoi stati membri e progressivamente cresce per competenze e, sul lunghissimo periodo, anche di legittimazione politica. Ovviamente non in un giorno, …. tanti :) per alcuni troppi, per altri troppo pochi. De gustibus non est disputandum

    Reply
  8. avatar
    Jolly at |
    Reply
  9. avatar
    Linus at |

    Capita anche all’allegrabrigata di perdere colpi :p

    Reply
  10. avatar
    Jolly at |

    Carissimi, possiamo avere pure idee diverse su cosa abbia rappresentato l’UE e le Comunità nel corso degli ultimi sessant’anni ma siamo tutti concordi nel ritenere che il Nobel all’UE è una gran stupidata. Preoccupa che non avessero nessuno a cui pensare … 😉

    Reply
    1. avatar
      Anonimo at |

      ma Jolly (sono l’anonimo di sopra e ancora sopra) che c’entra: il Nobel è come Sanremo , lo sanno tutti.
      lo danno sempre a quelli che venderanno meno copie. è automatico.
      forse fa eccezione qualche branca scientifica o dell’economia, ma in politica (Pace) e letteratura l’hanno sempre assegnato a cazzo (non è una parolaccia, è un tecnicismo).
      non comprendo lo stupore, io praticamente me l’aspettavo.
       

      Reply
      1. avatar
        Teofilo at |

        Anonimo dici una fesseria: che tu ritenga il Premio Nobel una ipocrisia fin dalla sua origine è opinabile, piuttosto nella fattispecie in tema di pace considera che persone come Albert Schweitzer, Martin Luther King, Madre Teresa di Calcutta, Lech Wałęsa, Aung San Suu Kyi, Liu Xiaobo, Ellen Johnson Sirleaf, Leymah Gbowee, Tawakkul Karman hanno contribuito in maniera esemplare e concreta con una vita orientata alla diffusione della pace.

        Così come anche organizzazioni quali UNCHR, UNICEF, Amnesty International e il Comitato Internazionale della Croce Rossa.

        Magari meno approssimazione nel giudicare, specie se con l’ausilio di aulici tecnicismi,  sarebbe meglio. Anzi, sarebbe meglio non giudicare. Mai.

        Saluti,

        E.S. 
         

        PS: E se fossi tu piuttosto a ritenere la pace meno importante della scienza o dell’economia?
         

        Reply
        1. avatar
          Anonimo at |

          Gentile Teofilo, ribadisco ulteriormente quanto espresso sopra.
          Lei ha un’idea delle cose pericolosamente vicina a credere che i Puffi esistano davvero.
          ma contento lei…
          io trovo invece molto grave che lei si vanti in modo un po’ giovanilisticamente irresponsabile di non avere in mente neanche un nome da assegnare ad una funzione in seno alle istituzioni UE.
          non lo dica in ambiente di lavoro. farebbe brutta figura. ma ripeto, lei è giovane e pensa di poterselo permettere. ora, (badi, è solo un consiglio) non è propriamente così…
           

          Reply
  11. avatar
    Teofilo at |

    Secondo Van Rompuy (mi sono informato: è il Presidente – permanente – del Consiglio Europeo), la sovranità degli stati non dovrà più essere un tabù, nel senso di ostacolo alla super-sovranità dell’Unione Europea…

    Saluti,

    E.S. 

    PS.

    Mi chiedo: perchè permanente?? :)

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)