4 Responses

  1. avatar
    barry lyndon at |

    anche se leggermente OT, segnalo un breve articolo, in cui, con un punto di vista “alternativo”, si pone in evidenza:

    – come le implicazioni negative sulla sicurezza nazionale derivanti dalla crisi economico-finaziaria siano, a volte, sottostimate (soprattutto negli USA);

    – come l’attenzione sia frequentemente (ed artificiosamente 😉 ) “spostata” dalla minaccia economico-finanziaria a quella cibernetica, alterando conseguentemente le valutazioni dei decision makers (e dei loro organi si staff/supporto) ed influenzandone le decisioni.

    http://dickdestiny.com/blog1/2012/08/01/send-our-economy-into-freefall/

    Reply
  2. avatar
    Anonimo at |

    Piano C e introduzione del dollaro come moneta di Italia, Spagna, Portogallo e Grecia. Immaginate le nostre imprese a quintuplicare le esportazioni e con l’inflazione controllata ripartirebbero i finanziamenti bancari alle imprese, che potrebbero anche tornare al mercato valutario per contenere il costo del denaro…

    Reply
  3. avatar
    Jolly at |
    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)