2 Responses

  1. avatar
    jackallo at |

    Effettivamente, su questo c’è da studiare e da scrivere.

    Reply
  2. avatar
    Morgana at |

    Ricordo quando da un centro di calcolo per accedere ad internet era necessario fare LOGIN in Basic…e sempre illustri addetti ai lavori, mentre facevo ricerche sull’hackering dicevano: “Chi fa antivirus, ne sa molto dei virus!!” Ergo, dopo qualche anno, a furia di far ricerche…un virus mi ha colpito…e ancora cerca che ti ricerca, fuori dai tunnel telematici, ricorrere ai cyber armamenti è indubbiamente un investimento utile, ma non bisogna dimenticare che gran parte della criminalità utilizza il computer come mezzo per perpetrare reati: tracce importanti sono individuabili in società di money transfert, attraverso le quali transita un pò di tutto; aziende nel terziario, alias servizi di telefonia, utilizzano software e personale addetto capace di violare molti settori aziendali…le segnalazioni ci sono, ma è difficile monitorare e penetrare in queste logiche dell’illecito. Ovviamente, non mi arrendo….ma bisogna un pò avere il coraggio di andare verso l’ignoto…pertanto ritengo che in Italia c’è molto da ricercare in materia, ma è difficile trovare consensi…anzi talvolta essere indiziari non dà risultati…ma come trovare prove di una traccia telematica? In questo le fonti aperte non aiutano…ma muoversi un pò in giro dà risultati…

    Morgana fiduciosa

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)