9 Responses

  1. avatar
    Anonimo at |

    Ciao Silendo, devo abituarmi alla nuova casa..uhm..

    dunque, domanda: a proposito di minacce ibride e criminalità (p.7, alla fine), perché gli analisti generalmente sentono la necessità di distinguere le attività criminali dalle attività ‘terroristiche vere e proprie’ di un movimento?
    il ns autore si pone giustamente un interrogativo riguardo ai taleban.

    io credo che valga raramente, questa distinzione.
    ovvero, l’azione specifica individuata può in alcuni casi non essere vincolante per il movimento (si traffica droga se conviene, se no si può passare ad altro), ma il sistema criminale in sè, la rete locale e le joint-ventures con altre org. ‘puramente’ criminali sono vitali e non dipendono dalla necessità, ma dalle intenzioni specifiche di ogni movimento ‘terroristico’e dalla realtà territoriale con cui anche i ‘terroristi’ o i ‘miliziani’ devono fare i conti.
    non esiste la politica nel terrorismo o in un movimento di miliziani, non esiste proprio. un’idelogia che alla fine è clanica connota una tribù di uomini (co)stretti da legami del tutto simili alla mafia, ma meno raffinati rispetto all’uso del territorio.
    perché la mafia non vuole assumere direttamente potere ma sa che ha bisogno di una struttura statale da contrastare e usare ma soprattutto a cui attaccarsi? perché altrimenti durerebbe due minuti.
    quando i taleban o parte dei loro affiliati capiranno questo, faranno sì che qualcuno vinca nuove elezioni e diventeranno una mafia. e le attività criminali saranno parte emersa della gestione dei luoghi. i movimenti di ‘miliziani’ o terroristi’ sono mafie involute, secondo me. senza un sistemico controllo del territorio, come all’esterno potrebbe apparire. per evolversi, dovrebbero capire che hanno bisogno di incoraggiare riforme politiche, ma prima devono capire l’utilità della politica.
    mi chiedo se piuttosto che puntare ad una guerra contro i taleban e in genere contro questo tipo di movimenti, meglio sarebbe stato concentrarsi di più nel mappare rivalità e contrasti tra clan locali, incuneandosi tra loro e i miliziani combattenti, (che peraltro sono anche non afgani).
    per esempio, hezbollah fa affari con la droga, ma non ha il potere assoluto sul suo territorio e nemmeno in fatto di droga. ci sono clan storici che controllano la droga libanese e nemmeno hezbollah può provare ad eliminarli senza rischiare di perdere buona parte di ciò che ha/è. allo stesso tempo, hezbollah come i movimenti palestinesi, è cresciuta mantenendo milizie, criminali a sè affiliati,etc che non potrebbe mantenere passando alla sola politica. Quindi non ha senso distinguere l’azione politica del movimento dai proventi criminali. I ‘proventi criminali’ hanno generato rapporti e affiliazioni strutturali ormai. Dunque anche limiti (per forza!).
    E i salafiti hanno gli stessi problemi: tra loro sono disuniti e rivali anche all’interno dello stesso network e le attività ‘criminali’ contribuiscono proprio alle divisioni e alla forte connotazione anti-politica di tutti questi ‘movimenti.’

    Io non capisco forse l’approccio militare…o forse sarà che i miei neuroni ibridi fanno confusione?

    comunque questi sono tempi ibbridi, ibbridissimiii…..

    S.

    Reply
  2. avatar
    Anonimo at |

    Carissimo,

    non ho frainteso per nulla. stai tranquillo. io ho studiato logica. ho capito perfettamente su che piano ci muoviamo.

    infatti ti rispondo così:

    ok, adesso ho capito. prima non avevo compreso. certo, se il punto è dimostrare un tipo di forza che un altro non può avere, (anche se ne ha un’altra, il punto è che non ha e non può avere quella), allora certo l’intervento militare è stato logico persino se inutile ad altri scopi. ora mi è chiaro.
    ora capisco perché ti chiamano Vate, ma direi piuttosto che ci illumini di immenso (ahhhaahahaha…)

    allora d’ora in poi dirò così: io ho problemi con l’approccio strategico americano. lo userò per tutto, anche per litigare con l’amministratore di condominio. mi piace.

    (vedi che sei bbravo!, per far capire le cose ai babbani, bisogna essere un bravo mago, ehehhhehhhheeee)

    S.

    Reply
    1. avatar
      AllegraBrigata at |

      Il Vate è sempre il Vate!

      A.

      Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)