17 Responses

  1. avatar
    Frattaz at |

    Speriamo il meglio per i feriti.

    Reply
  2. avatar
    utente anonimo at |

    (ANSA)  ore 18,00 – ROMA, 27 MAG

    Nessun morto italiano nell'attentato in Libano, ma sei feriti, di cui due gravi. Lo ha detto all'ANSA il generale Massimo Fogari, portavoce dello Stato maggiore della Difesa.

    B.A.
     

    Reply
  3. avatar
    utente anonimo at |

    La dinamica
    I sei militari italiani rimasti feriti sono quattro campani e due pugliesi: i primi in servizio presso il 10° Reggimento di manovra (Rema) di Persano, in provincia di Salerno, e gli altri presso il Reggimento Trasporti (Retra) di Bari. Tutti fanno parte dell'aliquota logistica del contingente italiano: erano stati a Beirut, dove avevano accompagnato un convoglio fino al porto. L'ordigno era stato nascosto dietro la barriera di cemento armato sul ciglio della superstrada che collega la capitale al porto meridionale, secondo il racconto della tv libanese Future Tv, la prima a diffondere le immagini del luogo dell'attentato. Il convoglio, secondo l'inviato dell'emittente, era composto da quattro veicoli e la deflagrazione ha colpito l'ultima auto, con targa "Unifil-8377". Sembra che l'ordigno sia stato azionato a distanza.

    Frattini: ridurre i soldati in Libano
    "L'Italia è intenzionata a ridurre gradualmente la presenza del suo contingente in Libano – ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini -. E' evidente che si tratta di una decisione che va comunicata in sede Onu perché questa non è una missione italiana, ma una missione delle Nazioni Unite". "L'italia è vicina ai suoi militari" impegnati nella missione Unifil alla quale "dobbiamo un contributo decisivo alla stabilità in una delle aree più sensibili della regione mediorientale", ha detto inoltre il ministro commentando le notizie arrivate dal Libano.

    Berlusconi: siamo vicini ai nostri ragazzi
    "Apprendo la notizia dell'attentato contro i mezzi delle Nazioni Unite (Unifil) in Libano, che ha causato il ferimento di caschi blu italiani. Siamo vicini ai familiari dei feriti e ai nostri ragazzi impegnati nella missione di pace e auguriamo loro una pronta guarigione". E' questa la dichiarazione del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi diffusa da Palazzo Chigi dopo l'attentato.

    Calderoli: "Ritiriamoci"
    "Per primo ho chiesto il ritiro dalla missione in Libano. Continuo a ritenere che le missioni nelle quali siamo impegnati siano troppe ed in troppi Paesi: in alcune realtà siamo addirittura più rappresentati degli Stati Uniti". Così il ministro della Semplificazione ed esponente della Lega Nord, Roberto Calderoli, insiste sul ritiro italiano dal Libano. "Da tempo – prosegue – abbiamo sollecitato il governo a rivisitare le nostre missioni. Risultano incompatibili con lo stato dei conti pubblici a causa della crisi economica internazionale"…..
    RIP…

    Reply
  4. avatar
    utente anonimo at |

    Bisognerà cercare di capire se si è trattato di un singolo episodio isolato oppure vi è un generalizzato peggioramento delle condizioni di sicurezza del paese: il rischio è che le destabilizzazioni in corso nell'area portino ad una più facile mobilità di armi e soggetti ostili!  

    Reply
  5. avatar
    Silendo at |

    …o se si sia trattato di un messaggio….

    Reply
  6. avatar
    Frattaz at |

    Ecco appunto, un messaggio è. A meno che non fosse lì per caso…

    Reply
  7. avatar
    Silendo at |

    L'analisi di VIttorio E. Parsi.

    Reply
  8. avatar
    utente anonimo at |

    Di solito in questo periodo c'è sempre un innalzamento della tensione: una bomba qui, un missile là, una sassaiola, qualche ritrovamento ad arte di armi… tutto perché la missione UNIFIL venga rinnovata di anno in anno per continuare ad alimentare l'economia drogata del Sud del Libano. Infatti, larga parte della popolazione campa con gli introiti – diretti o indiretti – provenienti dalle tasche dei caschi blu. Quindi, tutte le volte che si avvicina la scadenza per il rinnovo, un po' di violenza controllata e il gioco è fatto: missione rinnovata e soldoni assicurati!
    L'UNIFIL era già inutile nel 1978, lo è ancora di più nel 2011!

    Reply
  9. avatar
    utente anonimo at |

    "

    …o se si sia trattato di un messaggio…."  ….FALSE  FLAG……?

    Reply
  10. avatar
    Silendo at |

    Anonimo, non saprei. La mia era un'ipotesi :)

    Qui l'analisi di Gianandrea Gaiani.

    Reply
  11. avatar
    Silendo at |

    Dal Sole24ore:

    "Gli attentatori? Frange palestinesi?
    Con Calderoli, ha spiegato il ministro, «abbiamo concordato che il piano di rientro deve essere concertato con le organizzazioni internazionali. È corretto – ha aggiunto – sollecitare pure un'azione diplomatica, ritirarci sarebbe sbagliato». Per quanto riguarda la matrice dell'attentato, per il ministro si tratta di «frange palestinesi», non ci sono per ora «segnali» per «avvalorare l'ipotesi della regia siriana» anche se, conclude, «nel campo della fantasia, tutto è possibile»."

    Reply
  12. avatar
    utente anonimo at |

    mmmmmm…troppi e …se……..

    Reply
  13. avatar
    iureimperii at |
    Reply
  14. avatar
    Silendo at |

    Grazie per la segnalazione… ahimè…

    Reply
  15. avatar
    utente anonimo at |

    L'analisi del Dott. Folgore

    Li ci sono stato un bel po'…la zona la conosco bene e ci ho scorrazzato allegramente…non può succedere nulla ma dico nulla che hezbollah non voglia…i convogli sono tutti monitorizzati…ok ci potrebbe essere il pazzo salafita che esce dal campo profughi palestinese di Sidone…che è monitorato sempre da hezbollah…che va sulla strada e fa qualcosa…ma poi deve rientrare a anche all'interno del campo non è che tutte le fazioni vanno nella stessa direzione…e alla fione comunque hezbollah saprebbe…e nel non sapere (dubito) reagirebbe in maniera repressiva a 360° nel campo…e la "botta" la farebbe fare a loro…ergo…questo piccolo boom ha fatto comodo a tutti…magari qualcuno riprende i jammer parcheggiati li e gli fa fare due giretti…invece di pensare a fare la vacanza la aosta la spostano dal Pec  a Shama così ti credo che la gente pensa di essere in vacanza…ah…il Libano…ci ho lasciato il cuore…un saluto al gentile padrone di casa e a voi tutti…

    FOLGORE ( poco attento ed impegnato a ristrutturare casa…)

    Reply
  16. avatar
    Silendo at |

    Il Dott. Folgore è un grande professionista 

    Reply
  17. avatar
    utente anonimo at |

    troppo buono…comunque rileggendo il post…non sapevo di poter scrivere così male…chiedo venia…ma la stanchezza è tanta…

    FOLGORE

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)