8 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

    Interessante segnalazione, dove appare molto equilibrata l'analisi fatta dal senior analyst della Rand. In questi giorni  tutti quelli del settore hanno posto i warning per una prossima attesa risposta all'uccisione di Bin Laden.
     I parametri della domanda sono dove, come e quando. A me è sorto un dubbio: tutti o gran parte pensano ad un unico grande evento di risonanza mondiale e se non fosse così ? E se invece proprio per la struttura organizzativa di Al Qa'ida fossero le diverse entità affiliate a disporre sotto l'unico brand una serie di eventi paralleli o di velocissima successione in Paesi diversi, replicando su scala globale lo schema Mumbay ?

    Nessuno

    Reply
  2. avatar
    Silendo at |

    Questo implicherebbe una leadership centralizzata o, quantomeno, una buona capacità di  coordinamento tra i vari gruppi.
    Personalmente ho qualche dubbio che il network disponga di tali "risorse" ma ovviamente posso benissimo sbagliarmi.
    Penso invece che, come sempre avviene in questi casi, ci sarà una "competizione" tra i vari leader dei gruppi qaedisti allo scopo di raccogliere l'eredità di Bin Laden.
    Competizioni di questo genere si svolgono a suon di bombe ed è in questo senso che, secondo il mio modesto parere, potremmo assistere nei prossimi mesi a diversi attacchi terroristici.

    Reply
  3. avatar
    utente anonimo at |

    Tankel è in gran forma …

    Sta per uscire il suo libro su LET

    ciao Sile

    Jolly

    Reply
  4. avatar
    Silendo at |

    Non lo sapevo, Jolly. Grazie.

    Un caro saluto anche a te.

    Reply
  5. avatar
    utente anonimo at |

    Silendo, 

    E' in nota nel paper per la new america foundation che hai inserito giorni fa.

    "Stephen Tankel is a Visiting Scholar at the Carnegie Endowment for International Peace and author of the forthcoming book Storming the World Stage: The Story of Lashkar-e-Taiba (Hurst & Co. and Columbia University Press 2011)."

    ciao 

    Jolly

    Reply
  6. avatar
    Silendo at |

    Mi era proprio sfuggito. Grazie ancora.

    Reply
  7. avatar
    utente anonimo at |

    Anch'io sono scettico sulle attuali capacità organizzative di al qaeda, e come detto sarebbe interessante vedere la lotta che si genererà per la leadership del"marchio" , ma guardando al pakistan, ho sempre un brivido nella schiena pensando all'arsenale disponibile da quelle parti.
    Possibile che i barbuti non abbiano chiesto ai loro fratelli da che parte guardare ?

    Reply
  8. avatar
    utente anonimo at |

    Ho scordato la firma

    ALBATOR

    Reply

Leave a Reply to Silendo Click here to cancel reply.


(obbligatorio)