12 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

     Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data  23
    marzo 2011 e' stato adottato il «Regolamento sullo stato giuridico ed
    economico del personale del Dipartimento delle  informazioni  per  la
    sicurezza (DIS), dell'Agenzia informazioni e sicurezza esterna (AISE)
    e dell'Agenzia informazioni e sicurezza interna (AISI)».
        Ai sensi dell'art. 135, comma 4, del decreto, le disposizioni ivi
    contenute  entreranno  in  vigore  il  quindicesimo  giorno  dopo  la
    comunicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  Italiana.  A
    decorrere dalla stessa data e' abrogato,  nei  termini  indicati  dal
    predetto articolo,  il  decreto  del  Presidente  del  Consiglio  dei
    Ministri del 1° agosto 2008, n. 1,
    della cui adozione e'  stata  data
    comunicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana  del
    26 agosto 2008, n. 199.
        L'estratto del testo dell'art. 44 del decreto del Presidente  del
    Consiglio dei Ministri n. 1/2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
    del 2 dicembre 2008, n. 282, e' da intendersi ora  riferito  all'art.
    45, comma 2, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n.
    1 del 23 marzo 2011, che di seguito si riproduce:

                                  «Art. 45

                             Doveri particolari

        1. (Omissis)
        2. Prima dell'esame previsto dall'art. 350 c.p.p. ovvero prima di
    rendere un interrogatorio ai sensi del  codice  di  procedura  penale
    ovvero nei casi previsti dagli articoli 194 e seguenti del codice  di
    procedura penale, i pubblici ufficiali, i pubblici  impiegati  e  gli
    incaricati  di  pubblico  servizio  sono  tenuti  a  dare   immediata
    comunicazione al Presidente del Consiglio dei ministri  se  ritengono
    che il loro esame o il loro interrogatorio abbia ad oggetto  fatti  o
    documenti coperti dal segreto di  Stato,  o  suscettibili  di  essere
    oggetto del segreto di Stato, a  norma  del  regolamento  emanato  ai
    sensi dell'art. 39,  comma  5,  della  legge  n.  124  del  2007.  Il
    Presidente del Consiglio dei ministri provvede ai sensi dell'art.  41
    della legge n. 124 del 2007.» 

    B.A.

         

    Reply
  2. avatar
    utente anonimo at |

     Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data  23
    marzo  2011  e'  stato  adottato  il   «Regolamento   che   definisce
    l'organizzazione ed  il  funzionamento  dell'Agenzia  informazioni  e
    sicurezza esterna (AISE).

        Ai sensi dell'art. 25, comma 4, del decreto, le disposizioni  ivi
    contenute  entreranno  in  vigore  il  quindicesimo  giorno  dopo  la
    comunicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  Italiana.  A
    decorrere dalla stessa data e' abrogato il decreto del Presidente del
    Consiglio dei Ministri del 1° agosto 2008, n. 3, della  cui  adozione
    e' stata data comunicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
    italiana del 26 agosto 2008, n. 199.

    Come mai non è stato pubblicato un Regolamento analogo per l'AISI ?

    B.A.

    Reply
  3. avatar
    Silendo at |

    Caro Babbano, non ne ho idea :)

    Reply
  4. avatar
    Riverbond at |

    forse perchè a tuttoggi l'AISI è stato oggetto di una "riforma" meno forte di quella che ha riguardato il cugino. quindi vi è stata l'esigenza preminente di fissare le nuove norme solo per l'AISE..almeno per ora.

    ma è una mia idea.

    Reply
  5. avatar
    utente anonimo at |

    Il mio 2° commento era per sottolineare che tale mancanza poteva dar adito a valutazioni negative sull' AISE (non solo organizzative … troppi della vecchia guardia , non si sono allineati ecc . ) rispetto a quella dell'AISI
    (non ha bisogno di riorganizzione va bene così, sono o si sono tutti allineati ecc.).

    Un po' di dietrologia. ….

    B.A. 25 Maggio

    Reply
  6. avatar
    Riverbond at |

    il mio scrivere riforma tra virgolette non era a caso infatti.

    Reply
  7. avatar
    utente anonimo at |

    E se riguardasse anche  quanto previsto dall'art.8 comma 2 L. 124/07?

    N.N.

    Reply
  8. avatar
    Silendo at |

    Potrebbe essere…

    Reply
  9. avatar
    utente anonimo at |

    Alla luce dell'entrata in vigore dei nuovi Decreti, ma soprattutto con la contemporanea abrogazione dei precedenti Decreti della  P.C.dM,  quali Decreti saranno tenuti in considerazione/validi nello svolgimento dell'attuale  procedimento presso il TAR del Lazio ?

    Potrebbe essere stata questa la motivazione alla base di una "repentina" emanazione ?

    Grazie  Silendo e Armigero per il Vs. parere.

    B.A. 

    Reply
  10. avatar
    utente anonimo at |

    Salve a tutti …. Per un’analisi “decente” da un punto di vista giuridico bisognerebbe sapere esattamente cosa contengono i regolamenti…. E io non sono in grado, al momento, di poter interloquire con cognizione di causa….. Certo la tempistica appare “sospetta” ma sono solo congetture…
    Una buona fine di domenica specie a Babbano e al Padrone di Casa ….

    Reply
  11. avatar
    Silendo at |

    Babbano, mi associo a quanto scritto da Armigero (se non erro).
    Per poter rispondere bisogna conoscere sia i regolamenti che la causa in corso :)

    Reply
  12. avatar
    utente anonimo at |

    buongiorno, scusatemi…..  effettivamente il commento n.10 era il mio…..

    Armigero

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)