23 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

    """l'aeronautica israeliana ha spostato attrezzature e armi in una base in Arabia Saudita ""

    Questa mi sembra grossa.
    Ma sono l'unico a stupirmi?
    O è parte delle operazioni di disinformazione?

    Kadmos

    Reply
  2. avatar
    Silendo at |

    Perchè sei stupito, Kadmos? :)

    Reply
  3. avatar
    utente anonimo at |

    Capisco i legami USA-Arabia Saudita e l'ambivalenza della famiglia regnante, ma possono permettersi queste concessioni a Israele senza ulteriori ripercussioni interne?

    Kadmos

    Reply
  4. avatar
    utente anonimo at |

    Ragazzi ma non iniziate a fare il countdown ?

    E' questione di poco… che ci crediate o no la diplomazia ha fallito come sempre, e pure questa sarà una guerra show da vedere in tv come quella del '91 .
    Kadmos lo giuro che non ci credevo neppure io, finché . . .

    Reply
  5. avatar
    utente anonimo at |
    Reply
  6. avatar
    Silendo at |

    Sono perplesso anch'io ma la ritengo una cosa possibile.

    :)) ho sempre adorato Wonder Woman 😀

    Reply
  7. avatar
    utente anonimo at |

    io lo continuo a dire da qualche mese che, ci sarà una guerra a breve.
    che il Dio ci assista.

    Reply
  8. avatar
    utente anonimo at |

    e si cara #7. . . che davvero ce ne scampi e calamaretti ! :-)
    Ahmadinejad parafrasando la stessa frase avrebbe detto…in-šāʾa-allah!

    Reply
  9. avatar
    AllegraBrigata at |
    Reply
  10. avatar
    utente anonimo at |
    Reply
  11. avatar
    Silendo at |

    "Tabuk is located in northwest Saudi Arabia and 800 miles from Iran. It doesn't cut any flying time from Israel to Iran. If — and that's a big if — Israel wanted to attack from Saudi Arabia, there are other Saudi bases closer to Iran, such as the Prince Sultan base near Riyadh or the Dhahran base close to the Gulf. And, ifIsrael plans to attack Iran, and if Israel couldn't accomplish the task with mid-air refueling, there may be other bases in the region that would be better."

    Premesso che ovviamente bisogna prendere con le pinze qualunque notizia di stampa su argomenti di questo genere (la disinformazione regna sovrana…) e che personalmente non ho un'opinione  però attenzione: la stampa israeliana riporta notizie secondo le quali la base vicino Tabuk non servirebbe come base di decollo per le sortite bensì come base per scaricare materiale militare. In questo caso proprio la vicinanza della base ad Israele avrebbe un senso:
    "The unconfirmed report, first published by the semi-official Iranian news agency Fars and the Islam Times Web site, claimed that on June 18 and 19, Israeli helicopters unloaded military equipment and built a base just over 8 km. outside the northwestern city of Tabuk, the closest Saudi city to Israel, located just south of Jordan. All civilian flights into and out of the city were said to have been canceled during the Israeli drop-off, and passengers were reportedly compensated by the Saudi authorities and accommodated in nearby hotels."

    Staremo a vedere… :)

    Reply
  12. avatar
    utente anonimo at |

    Io però sono curioso.
    Qui una fonte un po'  più attendibile:

    http://www.timesonline.co.uk/tol/news/world/middle_east/article7148555.ece

    e qui un blog con interessanti commenti sui movimenti della flotta statunitense (con componenti israeliane) verso il Golfo:

    http://www.tnr.com/blog/the-spine/75813/did-israeli-helicopters-land-and-deliver-equipment-in-saudi-arabia

    Kadmos

    Reply
  13. avatar
    Silendo at |

    Grazie dei link 😉

    Rilancio con questo.

    Reply
  14. avatar
    Silendo at |

    … e con questo.

    Reply
  15. avatar
    utente anonimo at |

    Ah Sil non c'è sta nulla…..ahahahah!

    Reply
  16. avatar
    Silendo at |

    Uomo di poca fede, controlla meglio ;))

    Reply
  17. avatar
    utente anonimo at |

    Grazie Sil,
    Mi sembrano considerazioni ragionevoli quelle di Startfor, tranne una.
    Sminuire lo spiegamento di forze odierno facendo il confronto con quelle impiegate nel 2003 per l’Iraq, mi sembra fuori luogo.
    Qualora ci fosse, non si dovrebbe trattare certo di un bombardamento pre-invasione, ma piuttosto di un raid aereo mirato sul tipo di quello condotto dagli israeliani in Iraq nel 1981.
    Personalmente escluderei interventi nel breve termine, ma per altri motivi.
     
    Kadmos

    Reply
  18. avatar
    utente anonimo at |


    Refuso.
    Ovviamente STRATFOR.
     

    Kadmos

    Reply
  19. avatar
    utente anonimo at |

     vero

    Reply
  20. avatar
    Silendo at |

    Kadmos: mirato fino ad un certo punto :)
    Bisognerebbe eliminare qualunque possibilità di reazione iraniana. Quindi (procedo in ordine sparso): attacco alle basi aeree, missilistiche, navali (la capacità di interdizione del Golfo Persico è considerata la vera minaccia iraniana) e forse anche terrestri. Bisognerebbe, ovviamente, eliminare le difese aree.
    Infine, l'attacco vero e proprio alle infrastrutture (anche in questo caso, tra l'altro, non con una singola sortita ma con attacchi plurimi).
    Direi, insomma, che forse siamo più vicini all'intervento iraqeno del 2003 che non a quello iraqeno dell'81.

    Reply
  21. avatar
    utente anonimo at |

    No, aspetta un momento.
    Si parlava di un possibile intervento israeliano (al quale io non credo) per neutralizzare la minaccia nucleare iraniana (e solo quella).
    Tu paventi l’apertura di un terzo fronte dopo Afghanistan e Iraq con l’impegno massiccio di USA e magari una forza multi-nazionale (peraltro è consuetudine che Israele rimanga fuori da questi interventi per non urtare la sensibilitá di altri paesi arabi).
    Ne deduco che secondo te la (asserita) minaccia nucleare iraniana è solo una scusa per neutralizzare una volta per tutte l’Iran in chiave geostrategica di riassetto dell’area medio-orientale (che paroloni!!).
    Posso concedere che sia un’aspirazione. Ma lo credi possibile? Probabile?
    Nell’attuale contesto internazionale…
    Con l’attuale amministrazione USA…
    Mah…!??
    Sono ancora piú perplesso…
     
    Kadmos

    Reply
  22. avatar
    Silendo at |

    No, Kadmos. Non stavo facendo valutazioni strategiche. Mi limitavo a questioni operative.
    Per la situazione iraniana un intervento stile Osiraq è assolutamente impossibile. Ci vuole un intervento nettamente più massiccio che, per dimensioni, assomiglierebbe ad una piccola campagna aerea.
    Questo, ripeto, per tentare di ritardare lo sviluppo del programma nucleare.

    Reply
  23. avatar
    utente anonimo at |

    OK, ricevuto.
    Più è impegnativo, meno è probabile.

    Kadmos

    Reply

Leave a Reply to utente anonimo Click here to cancel reply.


(obbligatorio)