40 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

    Il Generale Pollari + 14 agenti/funzionari dei Servizi (probabilmente AISE (ex _SISMi) sono il 5% dell’AISE nell’ipotesi di un totale di 3000 appartenenti.

    Poi se ipotiziamo che il livello degli interlocutori del Generale Pollari debba essere medio/alto … questo %% si deve riferire ai Direttori e Funzionari.

    BABBANO ASIMMETRICO

    Reply
  2. avatar
    AllegraBrigata at |

    Breve e sintetica riflessione all’insegna del “a buon intenditòr poche parole” in stretta connessione con i commenti che ho appena letto su Crimelist:

    1) I Servizi sono appunto I Servizi. Mai fare di tutta l’erba un fascio…

    2) Fox, se non ho capito male io, ipotizza che tutto questo scandalo possa essere un “depistaggio all’italiana” per ottenere il controllo dei controllori? Ragazzi… o mi spiegate che questo vuol dire qualcosa di diverso rispetto a quanto capisco io istintivamente oppure mi permetto di dire che Fox è assolutamente sulla strada sbagliata (nessuna critica a Fox, ovviamente!).

    3) Sul ruolo del Copasir e sulla funzione di controllo qui dentro c’è chi potrebbe scriverci un trattato ma, molto diplomaticamente, tace. Vi chiedo: ma voi pensate davvero che il Copasir (e prima il COPACO) eserciti un qualche VERO controllo???? Più direttamente: quanta conoscenza hanno i nostri politici delle strutture di intelligence??? 😉

    Reply
  3. avatar
    utente anonimo at |

    certo non è colpa del copasir se è tenuto all’oscuro dal momento che le strutture di intelligence non vogliono manco che si pubblichi il regolamento sul loro stato giuridico ed economico….

    Reply
  4. avatar
    Silendo at |

    Su questo, Anonimo, qualche dubbio l’avrei.

    Mi spiego meglio: il Copasir è il Parlamento, giusto?

    Ora, il Parlamento è sovrano, lo sappiamo tutti. Mancano gli strumenti (legislativi e/o organizzativi e/o procedurali) affinche il Copasir (e quindi il Parlamento) possa esercitare con efficacia il proprio compito? Sì ? Si creano. Se non si creano la colpa di chi è?

    Gli strumenti ci sono ma il Copasir non li usa correttamente? La colpa di chi è?

    😉

    Reply
  5. avatar
    giovanninacci at |

    Dal profondissimo “basso” della mia (in)competenza giridico-costituzionalistica :)))) io non sovraordinerei MAI la sovranità del Parlamento rispetto a quella del Popolo (come da ovvio dettame costituzionale).

    Semmai il Parlamento è una delle espressioni – ben referenziata nel tempo, tra l’altro – della sovranità popolare (probabilmente è la maggiore ma ce ne sono tante altre…).

    Ciò significa che – a mio parere – il parlamento per spirito democratico NON deve affatto sentirsi “sovrano”, ma bensi (umile?) strumento della sovranità. Vedere la cosa in modo “upside down” può diventare, alla lunga, pericoloso.

    Sul fatto che il Parlamento sia soprattutto uno strumento di “produzione” (la qual cosa dovrebbe – prima o poi – seguire la funzione di “discussione”…) sono d’accordo con Silendo, che ha centrato perfettamente il punto.

    D’altronde la “P” di COPASIR vuol dire proprio “parlamentare”… e se c’è una carenza di “produzione” in seno ad un istituto parlamentare la “colpa” non può che essere endogena… E non può che essere risolvibile dall’interno.

    Poi direi che se può essere vero che “le strutture di intelligence non vogliono manco che si pubblichi il regolamento sul loro stato giuridico ed economico” è anche vero che questa loro (presunta o reale) “volontà” non significa nulla se non viene appoggiata da una parte considerevole di coloro che votano le leggi.

    In questo caso – a prescindere sulla giustezza o meno della cosa – giacchè: 1) il popolo è sovrano 2) il parlamento è rappresentativo di questa sovranità 3) il parlamento si presume regolarmente e democraticamente eletto, in assenza di “vizi”, e se 4) il parlamento ha votato una legge… ebbene la “volontà originaria” di un determinato comportamento sparisce, perchè viene in toto assorbita dalla istituzione parlamentare, che se ne assume la responsabilità politica e la assurge a – come si diceva una volta – “volontà della nazione” 😉

    Ovviamente prendetela come una assonnata riflessione domenicale, non sono un esperto in questo campo e sono prontissimo ad ascoltare chi ne sa più di me 😉

    Buona domenica a tutti :))

    Giovanni

    Reply
  6. avatar
    AllegraBrigata at |

    Giovanni, credo che tu e Silendone stiate dicendo la stessa cosa: il Parlamento ha gli strumenti legislativi per non farsi prendere in giro per cui è inaccettabile che un suo comitato non riesca eventualmente a star dietro alle burocrazie sulle quali deve esercitare un controllo (parlamentare).

    F.

    Reply
  7. avatar
    giovanninacci at |

    Si esatto, esattissimo!

    Concordo totalmente infatti col Silendo nostro 😉

    Probabilmente a causa della digressione sulla sovranità (e della notte passata insonne) non sono stato abbastanza chiaro nel mio concordare! :)

    Saluti carissimi

    Giovanni

    Reply
  8. avatar
    utente anonimo at |

    il parlamento ha scarsi strumenti legislativi. Se non gli ha attribuiti a sè medesimo in occasione dell’approvazione della legge 124 è perchè le rivoluzioni in italia non si fanno. mai.

    non si venga a dire che la comunità di intelligence, come tutte le burocrazie, non ha aiutato a scrivere la legge.

    ciao silendo!

    Reply
  9. avatar
    utente anonimo at |

    A questo punto credo siamo tutti d’accordo con FOX.

    E’ la classica disinformazione: è colpa del Parlamento. Anzi no, dei Servizi, che sono gestiti dal Parlamento. Anzi no, dei politici che sono in Parlamento. Anzi no, dei politici al COPASIR che non sanno nulla di intelligence… Vedete?

    E’ un cane che si morde la coda.

    Come se in un ristorante la scarsa qualità del cibo sia colpa del cuoco.. Anzi no, del proprietario che ha assunto il cuoco. Anzi no, dei fornitori che non hanno merce ottima, anzi no.. dei clienti troppo esigenti!!!

    LLEUPT

    Reply
  10. avatar
    Silendo at |

    Un attimo :)

    Facciamo un po’ d’ordine. Il blog, come strumento di comunicazione, qualche volta rischia di creare un po’ di confusione :)

    Dico la mia in modo compiuto, in modo da chiarirci.

    Il senso del messaggio di Fox è che è difficile credere che i nostri Servizi siano stati davvero presi così alla sprovvista. E’ difficile crederlo, scrive, anche perchè in passato i Servizi hanno dimostrato alte capacità.

    Ora qui il discorso è complesso. Invito però a non generalizzare successi ed insuccessi. Ogni questione va esaminata in modo specifico. Si può essere validi nel contro-terrorismo interno e non in quello all’estero (sto facendo esempi a caso per spiegare cosa intendo dire).

    Si può essere ottimi nel contrasto al crimine organizzato e poi magari non ci si accorge che tutto il traffico di comunicazioni è intercettato da un impiegato telecom.

    Mi spiego? Quindi: non generalizziamo. Sia in un senso che nell’altro.

    Soprattutto in ambito intelligence ogni questione deve essere attentamente studiata e valutata (cosa molto difficile per la natura stessa dell’intelligence…).

    Il ruolo del COPASIR.

    Siamo sinceri. Il Copasir svolge le sue importantissime funzioni di controllo attingendo informazioni dal controllato.

    Mi chiedo: se io voglio controllare una persona e per far questo mi baso IN GRAN PARTE su quello che quella persona gentilmente mi dice che tipo di controllo esercito? E non dico altro…

    Aggiungo: la politica italiana non brilla per cultura di intelligence o di sicurezza nazionale. Quanti, tra i politici coinvolti in questo settore, sono davvero esperti? Quanti sono in grado di capire se, per esempio, il coordinamento del controspionaggio tra le due strutture risponde a requisiti di efficacia?? Quanti possono dire la loro senza dipendere dai pareri e dalle informazioni che le stesse strutture forniscono?

    Concludo: su quanti esperti ESTERNI il Copasir può contare come supporto alla propria attività di controllo? Per carità di Patria è meglio tacere…

    Non voglio essere frainteso: con questo non voglio mica dire che l’Intelligence italiana sia infedele, giocherellona, ecc. Voglio dire che esiste un principio valido dovunque, in ogni luogo ed in ogni tempo, e cioè che il controllore non deve “dipendere” dal controllato 😉

    Lleupt… non c’è nessuna disinformazione. E’ tutto molto chiaro 😉

    Reply
  11. avatar
    utente anonimo at |

    Scusate, ma come faccio a controllare se ad esempio ci sono Archivi resi inaccessibili dal Controllato (es.archivi Arma dei Carabinieri)?

    Non vengono mai resi disponibili presso L’Archivio di Stato.

    BABBANO ASIMMETRICO

    Reply
  12. avatar
    Silendo at |

    No, Babbano, quella è un’altra cosa.

    L’Arma usualmente non versa i propri archivi all’Archivio di Stato ma questo riguarda più l’argomento “studi storici” che non il controllo parlamentare.

    Indubbiamente in Italia, però, abbiamo un grosso problema di gestione degli archivi da parte dall’autorità pubblica. La storia del Ministero dell’Interno, del Sisde, del Sifar/Sid/Sismi ecc sono infarcite di problemi di gestione di archivi…

    Reply
  13. avatar
    utente anonimo at |

    L’Armadio della vergogna docet..

    LLEUPT

    Reply
  14. avatar
    utente anonimo at |

    Concordo con l’osservazione (c’è stato recentemente un convegno circa l’apertura degli archivi agli “storici” del settore alla luce della recente normativa che sembrava ridurre la durata del Segreto di Stato).

    Ritengo che se non si conosce come hanno agito in passato gli OO.II., si avrà sempre difficoltà a comprendere/controllare il comportamento attuale degli OO. stessi.

    BABBANO ASIMETTRICO

    Reply
  15. avatar
    Silendo at |

    Ah ma su questo sfondi una porta aperta! La carenza “culturale” italiana sull’argomento è data soprattutto dalla mancanza di queste informazioni, dalla scarsità degli studi ecc ecc.

    Una carenza grave perchè non riguarda solo i cittadini. Riguarda soprattutto la classe dirigente!

    Reply
  16. avatar
    utente anonimo at |

    E’ appena uscito

    “BIOGRAFIA di una 007”

    di Gabriella GAGLIARDINI

    Edizioni del poggio.

    ……

    BABBANO ASIMMETRICO

    Reply
  17. avatar
    AllegraBrigata at |

    Babbano, sei di una velocità incredibile :)

    R.

    Reply
  18. avatar
    utente anonimo at |

    …. Giampiero …. Maurizio … Emanuela ….

    Per AllegraBrigata

    BABBANO ASIMMETRICO

    Reply
  19. avatar
    utente anonimo at |

    Stragi Falcone e Borsellino: Tracce di complotto tra servizi, mafia e politica.

    Stavolta Genchi si è incazzato davvero.

    http://www.youtube.com/watch?v=LbkUw0Bopmw

    Reply
  20. avatar
    utente anonimo at |

    da il Giornale:

    SPIE, primo sberleffo dalla Cia di Obama agli 007 mede in Italy.

    ……si sono visti rifiutare per la prima volta i protocolli aggiornati sul reclutamento degli 007 applicati dal governo USA. …….

    BABBANO ASIMMETRICO

    http://www.difesa.it/Sala+Stampa/Rassegna+stampa+On-Line/PdfNavigator.htm?DateFrom=04-03-2009&pdfIndex=49

    Reply
  21. avatar
    Silendo at |

    Una riflessione personale sull’intervista di Genchi.

    Premetto che non nutro nessuna simpatia/antipatia verso la persona.

    Mi domando però quando, qualcuno, inizierà a fare i nomi anzichè limitarsi a lasciare intende, mandando evidenti messaggi indiretti.

    Reply
  22. avatar
    AllegraBrigata at |

    Me lo chiedo anch’io…

    F.

    Reply
  23. avatar
    utente anonimo at |

    genchi fa il furbastro, oltre ad avere una dose di narcisismo molto elevata.

    Manda questi ridicoli pizzini, ma secondo me in mano non ha carte rilevanti, o perlomeno nulla che possa provare documentalmente.

    Considerazione istintuale.

    In generi i siculi, peccano di vanità, una vanità patologica 😉

    Saluti al padrone di casa

    Quando uomini valorosi, provenienti al di là della linea gotica, occuperanno gli apparati dello Stato, la nazione si ridesterà (mai)

    Reply
  24. avatar
    Giano08 at |

    molto comunicativo, intervista studiata e ristudiata secondo me.

    buca molto. ma poi i fatti? bene.. aspettiamoli.. perché come dice Sile, i nomi? i fatti precisi?

    dalle parti mie si dice “a parla’ chiaro se va ‘nnanzi”

    vedremo..

    saluiti

    Reply
  25. avatar
    Silendo at |

    Ricambio i saluti :)

    Reply
  26. avatar
    utente anonimo at |

    Perchè al posto suo voi cosa fareste ?

    Vanità siciliana …!????…ma che minkia dici !!!!

    Genchi è un genio, nel vero senso della parola, la sua è solo una strategia per salvarsi la vita, cioè aggrappandosi ai media. E siccome ha vissuto personalmente l’esperienza della scomparsa dell’agenda di Borsellino e la cancellazione “dolosa” dei dati dell’agenda elettronica di Falcone, stavolta sta lasciando intendere attraverso questi messaggi, che, anche se lo ammazzano, non farà lo stesso sbaglio dei Giudici assinati.

    Saluti.

    Reply
  27. avatar
    AllegraBrigata at |

    Anonimo, potrei dire cosa farei io al posto suo se sapessi esattamente cos’ha fatto in passato, cosa sa veramente e cosa teme realmente.

    Capirai che basandosi su informazioni di stampa o su voci varie è difficile farsi un’idea seria.

    Probabilmente tu sei al corrente di cose che io/noi non conosciamo, devi però ammettere che dal punto di vista di chi non ha questa tua conoscenza il giudizio sull’intervista non può non essere di attesa.

    Non ci si può non chiedere: e se non sapesse niente di che, niente di così eclatante, e stesse solo adottando una strategia di grande impatto mediatico?

    Come scriveva Silendo neanche io ho alcunchè contro la persona. Molto probabilmente non millanta, non esagera e sa davvero cose importanti ed esplosive (al che però da cittadino mi chiedo perchè queste cose non vengano rivelate chiaramente!) ma per adesso mi limito a ragionare sulle dichiarazioni aspettando di poter ragionare sui fatti quando saranno portati.

    Mi spiego? :)

    R.

    Reply
  28. avatar
    utente anonimo at |

    Signori, prima di straparlare, andate a leggervi le carte.

    Secondo i gestori telefonici, risulta che Genchi abbia effettuato il 95%

    (!!!) di tutte le richieste di dati anagrafici e di traffico telefonico ad essi pervenute da soggetti privati.

    Voi capirete che se il Direttore del Sismi viene monitorato negli spostamenti e si raccoglie il suo traffico telefonico per qualcosa come VENTI mesi, nonostante il suddetto risulti (per bocca del PM e del suo consulente) estraneo alle INDAGINI, la cosa non sia proprio di prammatica nel consesso delle democrazie avanzate…

    se ad alcuni pare di si, allora forse il vostro interesse per l’intelligence e la sicurezza nazionale meriterebbe un ripensamento serio.

    Saluti al Dott. Silendo 😉

    Linus

    Reply
  29. avatar
    utente anonimo at |

    @ Linus

    cosa intendi “…da soggetti privati” ?

    …..che Genchi abbia richiesto tabulati per conto di soggetti privati, oppure ho capito male ?

    Se così fosse, ti rispondo che tale notizia è falsa, perchè tutti gli operatori telefonici, alle richieste di tabulati, vogliono allegato il “visto e si autorizza”, oppure il decreto, firmato dal P.M.

    Invece mi sembra strano che negli ultimi anni stanno uscendo fuori le ( dal caso Abu Omar in poi ) falde all’interno del sistema delle OO.II.

    Saluti

    Reply
  30. avatar
    Silendo at |

    Saluti a lei, Dott. Linus :)

    Reply
  31. avatar
    Silendo at |

    Anonimo, perchè ti sembra strano?

    Reply
  32. avatar
    utente anonimo at |

    Siamo sempre più un Paese sudamericano e sempre meno occidentale (anche se la “rumenta” ad ovest non manca…). Basta dare una scorsa agli scandali e alle “storie” : dalla prima “vague” di terrorismo in poi (per passare alla 2^ “vague”, ad Ustica, Gladio, Calvi, etc… – senza menzionare Mattei e Argo 16… -). Uno come Genchi ma sopratutto i suoi “pupari” non esisterebbe se non ci fossero i “livelli” (i “cerchi concentrici superiori” li chiamo io) superiori che permettono che il tutto accada e poi permetta che il sistema si perpetui, si autoaccusi, si autoassolva, si autogeneri. Teorie cospirative? No, è reatà italiana.

    Cordialmente.

    Cactus

    http://intecenter-blog.blogspot.com

    Reply
  33. avatar
    utente anonimo at |

    anonimo,

    è ovvio che occorra l’aut. del pm.

    genchi è un soggetto privato per i gestori telefonici perchè è un imprenditore…

    tra i ROS e un tizio con la partita iva pare che ci sia differenza…

    Reply
  34. avatar
    utente anonimo at |

    da 29 x Silendo

    Con questa domanda, ci stai provando con me ??

    😉

    Saluti

    Reply
  35. avatar
    Silendo at |

    Ahahah… sì, lo confesso, è un tentantivo di approccio ;))

    Seriamente: no. Mi interessa capire meglio il tuo pensiero. Nessuna provocazione.

    Reply
  36. avatar
    utente anonimo at |

    ERRORE :

    15/3000 non è il 5%, ma 0,5% o 5/1000 mi spiace aver indotto in errore i lettori.

    BABBANO ASIMETTRICO

    P.S. : invece la Procura di Milano nel Processo del rapimento ABU Omar avrebbe bruciato l’identità di 85 operatori del SISMi 85/3000 poco meno del 3%.

    Reply
  37. avatar
    Perseverus at |

    @ sile

    Il mio pensiero è semplice. Cioè, che in questo paese ancora si scontrano le Istituzioni, ugnuno di loro con fine supremo da raggiungere, rispettivamente “la verità” e la “sicurezza”. Chi fra i due sia il bene o il male ancora non sono riuscito a capirlo, ma dentro di me ho una sensazione che mi dice che gli eventi avvenuti sotto il nome di ” sicurezza nazionale”, non mi convincono. Staremo a vedere….

    Saluti

    Reply
  38. avatar
    Perseverus at |

    p.s.

    i miei post sono 19-26-29-34…scusate il mancato login, non ricordavo la psw.

    Saluti

    Reply
  39. avatar
    Silendo at |

    Lotte e scontri tra le varie Amministrazioni, insomma… :)

    Reply
  40. avatar
    Perseverus at |

    Direi che c’è qualcuno dentro un’ Amministrazione che fa del lavoro sporco, anzi sporchissimo, manovrato da entità internazionali ( forse non consapevoli, ma ne dubito), e qualcun’altro dentro un’altra amministrazione che, consapevole di quanto avvenga, vuole bastonare, magari anch’esso manovrato da altre entità opposte. Alla fine ci va di mezzo la popolazione, e gli inconsapevoli, magari pagando con la vita.

    Saluti

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)