7 Responses

  1. avatar
    Giano08 at |

    (AGI) – Roma, 3 dic. – “La legge di riforma stabilisce che le assunzioni devono farsi attraverso concorsi pubblici e, nell’attesa dell’entrata in vigore dei regolamenti, la situazione doveva restare bloccata”. Lo ricorda Giuseppe Caforio (Italia dei Valori), membro del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, che si dice “molto preoccupato per le notizie riportate oggi dalla stampa secondo cui il regolamento sarebbe stato aggirato per reclutare 250 nuovi agenti. Ho preso immediatamente contatto con il presidente del Comitato – informa Caforio – che ha ritenuto di dover convocare urgentemente, gia’ per questa sera, una riunione al fine di esaminare la questione. Come Italia dei Valori chiediamo infatti che sia fatta immediatamente luce sulla vicenda, perche’ anche in questo campo, senza ovviamente mettere a repentaglio la sicurezza dello Stato (ma certo non e’ questo il caso), e’ necessario operare con la massima trasparenza”. (AGI)

    ahahahah

    ma è uno scherzo vero?

    ahahahah

    daii su! a momenti ci cascavo!

    dai non ci credo che questo non sapeva nulla, e non sa che i regolamenti SONO in vigore…

    dai…. non abbiamo referenti politici così scadenti…

    no…?

    vero…?

    vero……..????

    😐

    Reply
  2. avatar
    AllegraBrigata at |

    Mai esprimere giudizi affrettati.

    Siediti e vedi come va a finire la cosa 😉

    Roberto

    Reply
  3. avatar
    Giano08 at |

    hai ragione Roberto.

    è che ho una repulsione fisica per quelli dell’IDV…

    cosa rara, di solito mi mantengo sul neutrale/analitico… ma in certi casi…..

    vabbè.. vediamo che accade

    in caso dopo posto eventuali agenzie (ce le ho per lavoro ;)))

    ciao!

    Reply
  4. avatar
    utente anonimo at |

    Questo è lo Stato dei politici pulcinella. L’assunzione dei 250 nuovi agenti provenienti esclusivamente dalle FF:PP è stata voluta da tutti, politici di destra, politici di sinistra e classe dirigente dell’AISI.

    Ora mi viene da ridere che il pulcinella di turno, oggi Italia dei Valori, si sveglia stamattina e dice stronzate.

    Già ieri, in sede di riunione del COPASIR si è discusso di queste assunzioni in toni positivi ed oggi il Sig. Giuseppe Caforio sembra cascare dalle nuvole????

    Altro che problemi inerenti i servizi qui i problemi mentale sono dei politici.

    Mo chiamiamo la Simona Ventura e lo faccio andare all’Isola dei Famosi questo Sig. Caforio. :)

    Reply
  5. avatar
    utente anonimo at |

    faccio una domanda da inesperto

    ma come può il quotidiano l’unità contestare una certa procedura di assunzione se non conosce quanto è previsto dai regolamenti di attuazione della legge 124, nei quali dovrebbero essere illustrati i dettagli i vari passaggi per il reclutamento?

    Reply
  6. avatar
    AllegraBrigata at |

    Anonimo, solo basandomi su quanto scritto nell’articolo, la giornalista ritiene che la legge sia stata aggirata poichè l’articolo 21 parla di assunzioni mediante concorso.

    Fossi malevolo mi chiederei come mai la notizia è stata declinata in tal modo solo adesso 😉

    Roberto

    Reply
  7. avatar
    utente anonimo at |

    Molto bene tutta questa dotta discussione,

    ma io mi permetto di suggerire alla colta platea che forse il motivo di questi articoli, che dietro al falso scopo di parlare di assunzioni più o meno opportune fanno due passi avanti e tre indietro,sia quello di accendere i riflettori e riportare alle luci della ribalta una gentile e graziosa signora dai suggestivi occhi verdi che era stata fatta cortesemente accomodare fuori da una storica testata, forse per rapporti molto fumosi e deontologicamente men che corretti con qualche omino pompiere e sulla sua altrettanto graziosa direttrice, che per fare, forse chissà, copie in più, gli ha offerto la prima pagina della gloriosa testata per una non notizia.

    E poi, sparare sul capo dell’AISI è come sparare sulla croce rossa.

    Tutti conoscono la preparazione professionale, la serietà e la profonda lealtà istituzionale del generale e ciò che rappresenta con la divisa gloriosa che indossa con onore da 45 anni; anche le gentili e competenti signore.

    Ma per chi ha buona memoria, già in passato, ma mi potrei sbagliare a causa dei miei senili neuroni, una di esse fu molto ingrata per motivi assolutamente ancora inspiegabili, ma forse noti solo al piccolo pompiere.

    Bene adesso me ne torno a mangiare il casu marzu e pane guttiau con i miei amici pastori del goceano.

    un saluto solo ed esclusivamente all’illustre mio amico silendo a cui auguro in futuro di dirigere, lui si, una nobile testata di intelligence.

    un caro vecchio amico estimatore.

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)