46 Responses

  1. avatar
    daniele67 at |

    grande silendo!!! come sempre!!!

    se hai tempo, mi dici che ne pensi di questo:

    http://www.paginedidifesa.it/2008/galgani_081114.html

    quasi in tema!!ot quanto basta!!!:-)

    buon pomeriggio:-)

    Reply
  2. avatar
    Raffox74 at |

    Evvai! Da leggerselo tutto.

    Oh yes, babe!

    Reply
  3. avatar
    Raffox74 at |

    Dimenticavo… capo della C.I.A. ancora per poco, pochissimo tempo giacchè Obama sembra non essere intenzionato a confermarne la presenza. Good bye Hayden!

    Reply
  4. avatar
    Silendo at |

    Daniele: ho letto 😉

    Dunque, penso che l’articolo sia assolutamente plausibile.

    Ritengo che sia possibile che la Siria abbia collaborato con gli USA nella realizzazione dell’operazione e non è la prima volta che si ipotizza una tale collaborazione negli ultimi anni.

    Se ciò dovesse essere vero penso che gli USA dovranno pagare un prezzo alla Siria e, secondo me, tale prezzo potrebbe essere il Libano.

    In questo scenario ipotetico resta da capire che cosa farà l’Iran. Un eventuale accordo USA-Siria, infatti, sarebbe mal tollerato dall’Iran che ha tanti modi per rendere difficile la vita agli USA in Medio-Oriente.

    Reply
  5. avatar
    daniele67 at |

    ho pensato anche io a qualcosa di simile anche se, chiaramente, c’è anche il rovescio della medaglia! Tipo il fatto dei negoziati in corso tra washington e bagdad per permettere alle truppe americane di rimanere in iraq anche dopo la scadenza del mandato…di fatto le truppe irachene…già se la comandano, anche se gli usa hanno conservato il controllo della spazio aereo.

    E questa incursione usa in siria potrebbe compromettere questo accordo…!!!mah!!!

    qualche giorno fa ( mi sembra intorno al 28 ottobre) sulla reuters era uscito un articolo in cui si diceva che l’attacco degli usa in siria era una chiara dimostrazione che gli iracheni non riescono ad avere il controllo del loro territorio fino a quando gli usa restyeranno li!!! …da aggiungere che la siria, dopo quasi 30 anni aveva inviato un ambasciatore a bagdad…

    chi vivrà…vedrà!!!:-)

    grazie silendo!!

    daniele

    Reply
  6. avatar
    Silendo at |

    Però, Daniele, il rovescio della medaglia sarebbe tale solo se l’incursione fosse realmente avvenuta all’insaputa della Siria.

    Se invece, come ipotizza l’articolo da te linkato, Damasco ha dato il placet (addirittura magari dando informazioni di intelligence)… beh… allora tale attacco non creerebbe problemi nè ai rapporti USA-Iraq nè a quelli USA-Siria e neanche a quelli tra Iraq e Siria.

    Daniele… sempre a disposizione! ;))

    Reply
  7. avatar
    daniele67 at |

    vero!!! tanto più che, 10 minuti fa leggevo questo:

    Via dall’Iraq:

    ultima data 2011

    (articolo completo: http://unionesarda.ilsole24ore.com/dettaglio_nel_mondo/?contentId=50828 )

    quindi i giochi sono fatti!!!

    grazie ed a presto gentile padrone di casa!!:-)

    Reply
  8. avatar
    Silendo at |

    Sì, l’Amministrazione Bush, tra le altre cose, probabilmente punta a prendersi il merito del ritiro dall’Iraq.

    Daniele, grazie a te :)

    Reply
  9. avatar
    Silendo at |
    Reply
  10. avatar
    daniele67 at |

    grazie!!!!:-)

    Reply
  11. avatar
    Giano08 at |

    bene bene… spunti interessanti.. la situazione si evolve.. e l’articolo pare verosimile… mentre quello inglese non fa che ribadire vecchie storie… si piu’ non ho da dire… avete detto tutto voi!

    saluti cari! 😉

    Giano

    Reply
  12. avatar
    daniele67 at |

    ciao giano!!! :-)

    Reply
  13. avatar
    Giano08 at |

    salve daniè 😉

    Reply
  14. avatar
    utente anonimo at |

    Provo a lanciare una pietruzza..

    Partendo dal presupposto (più che “palese”) che gli USA abbiano avuto il placet della Siria per l’operazione e che, di conseguenza, il favore dovrà essere ripagato, probabilmente con la moneta Libanese.. mi chiedo: e l’Italia come si comporterà in un’ipotesi del genere?

    Si sa, infatti, che abbiamo la moglia americana e l’amante libanese.. e come la mettiamo nel caso? Se la memoria non mi inganna, un caso simile successe alla vigilia della strage alla stazione di Bologna. Noi a quel tempo difendemmo un accordo con Malta, danneggiando gli interessi libanesi, e, se non ricordo male, in quegli avvenimenti fummo costretti per “coerenza” a far alzare in volo i nostri aerei a difesa di una nave americana a cui il governo maltese aveva (con grande intelligenza) demandato l’estrazione di petrolio in acque (da noi e dal governo maltese e americano) ritenute internazionali. Avvenne tutto un mese o due prima della strage, ma pochissimi hanno mai pensato e provato a collegare i due fatti.

    Insomma le esperienze pregresse di litigi tra “mogli” ed “amanti” si sono sempre risolti difficilmente e con conseguenze molto delicate ed attualmente irrisolte.. my 2 cents.. 😉

    The Jackal

    Reply
  15. avatar
    utente anonimo at |

    Scusate.. mi autocensuro..!

    Ho letto e scritto “Libano”, ma ho ragionato come se si trattasse della “Libia”.

    Scusate, è colpa della vecchiaia e degli impegni che si accavallano e mi lasciano sempre poco tempo per questo blog a cui adoro partecipare in modalità +rw.

    Reply
  16. avatar
    utente anonimo at |

    Scusate, mi autocensuro..!

    Ho infatti letto e scritto “Libano”, ma ho ragionato come se si trattasse della “Libia”. Ovviamente ho sbagliato tutto e me ne scuso.. :)

    Purtroppo gli impegni di lavoro mi lasciando sempre pochissimo tempo per leggere e partecipare a questo blog che adoro.. e lo faccio sempre con molta fretta, ahimè..

    The Jackal

    Reply
  17. avatar
    AllegraBrigata at |

    Quindi: moglie americana ed amante libica?

    R.

    Reply
  18. avatar
    Giano08 at |

    …. qualcosa mi dice che non sei d’accordo :)

    saluti

    G

    Reply
  19. avatar
    daniele67 at |

    jackal perdonami, ma non essendo a conoscenza di questa storia…hai scatenato la mia curiosità, sto cercando qualcosa da leggere, nel frattempo mi viene in mente 1 domanda.cioè, non capisco cosa volevi dire, dov’è il nesso tra la libia di allora ed il libano di adesso??? a quei tempi la libia era tra i nostri nemici numero 1, la nostra intelligence ci ha “lavorato” per anni, (anche io negli anni a venire) e mi ricordo di un missile libico su lampedusa…(!)…non riesco a collegare!!! help!!

    daniele

    Reply
  20. avatar
    daniele67 at |

    p.s. Roberto…non sarebbe meglio amante americana ed…amante libica!!!!:-)

    Reply
  21. avatar
    AllegraBrigata at |

    Beh a questo punto è meglio amante americana ed amante libanese!!!! Dicono che le libanesi siano proprio il top ahahaha

    F.

    Reply
  22. avatar
    daniele67 at |

    federico posso confermarti ciò che pensi delle libanesi…posso confermarlo sul campo!!!:-)

    Reply
  23. avatar
    AllegraBrigata at |

    Daniele, confermo pure io 😉

    Giano, no. Non era una critica.

    Voglio solo capire il pensiero di Jackal per dare, eventualmente, il mio parere.

    R.

    Reply
  24. avatar
    AllegraBrigata at |

    ho capito!!!!!Solo io non ho conobbi donne libanesi…..!!!!!!!! porc….

    f.

    Reply
  25. avatar
    Zabetta at |

    Che bei commenti maschilisti…

    Reply
  26. avatar
    AllegraBrigata at |

    Tu zitta che sei femmina!!!!!!!! :))

    F.

    Reply
  27. avatar
    AllegraBrigata at |

    Zabettina, guarda che si scherza :)

    R.

    Reply
  28. avatar
    Giano08 at |

    ok rob,

    aspetto cmq anche io delucidazioni come daniele, perchè non sono certo di aver colto il punto….

    jaaaaakalllllllll!!!!!!!!!!! dove sei??

    saluti! :)

    Reply
  29. avatar
    Zabetta at |

    Non arriva Andrea a dire che i commenti sulle donne/amanti sono OT?

    Reply
  30. avatar
    AllegraBrigata at |

    “Solo io non ho conobbi” ?????? :OOO Aò…. a Federì…. che me stai affà???? :)))

    V.

    Reply
  31. avatar
    AllegraBrigata at |

    Ma tu non hai qualcosa da fare anzichè fare le pulci ai miei postsssss????????? EEEEH!!!!! :)))

    F.

    Reply
  32. avatar
    Raffox74 at |

    Siate più chiari voi che avete esperienza in proposito… Che hanno ste libanesi di particolarmente entusiasmante!?!

    Io la donna ce l’ho americana per davvero e sinceramente mi basta!!!!!

    Reply
  33. avatar
    AllegraBrigata at |

    Le libanesi sono considerate, secondo me a ragione, le più belle del Medio-Oriente.

    Tutto qui.

    Sono donne molto molto belle.

    Auguri per la tua ragazza, Raffox :)

    roberto

    Reply
  34. avatar
    Raffox74 at |

    Ah ok. L’avevo quasi immaginato.

    Grazie degli auguri Roberto! 😀

    Reply
  35. avatar
    utente anonimo at |

    Scusate il delay della risposta, ma ho problemi a connettermi.

    Bhè storicamente i Nostri rapporti con la Libia, almeno che io sappia, sono quasi sempre stati “più che buoni”. Nel 1980 si incrinarono proprio in conseguenza di un Nostro accordo con Malta.. tant’è che l’allora capo del Sismi, il Gen. Santovito, (pare che) avvertì anche del pericolo di pestare i piedi a Gheddafi.

    Non troverai molta “letteratura” su quello che avvenne e dal quale si potrebbe tracciare un filo tra quell’accordo, la strage di ustica e quella di bologna. Ovviamente si tratta di dubbi e di ipotesi ricostruttive che poco sono state battute dagli studiosi e dagli appassionati.

    Ti segnalo questo libro però del 1995: “La minaccia e la vendetta. Ustica e Bologna: un filo tra due stragi” – Zamberletti Giuseppe.

    Reply
  36. avatar
    utente anonimo at |

    ..quello di cui parla Daniele nel commento #19 si riferisce ad avvenimenti dell’aprile 1986 che (obiettivamente) incrinarono fortemente i Nostri rapporti con la Libia, tali da portare ad esempio, come effetto emergente e palese, i vertici della FIAT a mettere alla porta gli investitori mediorientali. Anche se, da qualche anno, proprio su Pagine di Difesa si è detto addirittura che questi missili non furono mai lanciati.

    Uhè, io dico quello che leggo eh.. quello che mi passa il “regime”..!!! :)

    The Jackal

    Reply
  37. avatar
    AllegraBrigata at |

    Grazie per il chiarimento, Jackal.

    Mi sembra che la tua domanda riguardi l’impostazione della nostra politica estera.

    Non sono un esperto di questo argomento. Dobbiamo attendere il parere di Silendo :)

    Da parte mia posso dire che la nostra politica estera è da sempre caratterizzata da questa ambivalenza.

    Dal doversi muovere accanto al leader dello schieramento, gli USA, e nello stesso tempo dal dover conservare un ottimo rapporto con i nostri vicini di casa che, tra l’altro, ci forniscono una parte consistente delle risorse necessarie per far funzionare il Paese e cioè il greggio.

    Il problema storicamente sorge quando il leader dello schieramento opta per politiche di confronto con questi Paesi.

    R.

    Reply
  38. avatar
    daniele67 at |

    grazie per i chiarimenti ragazzi!!!

    Jackal, è chiaro che leggiamo cioo che “passa il convento” ma…ti assicuro che i missile dell’aprile 1986…erano reali!!!! parola d’onore!!!

    grazie ancora!!

    Reply
  39. avatar
    Silendo at |

    Roberto non posso non condividere quanto scrivi.

    La politica estera italiana è sempre stata caratterizzata dal dualismo di cui parli per cui, Jackal, è molto importante per noi valutare le intenzioni della nuova Amministrazione anche in materia di politica medio-orientale.

    E’ anche per questo che negli ultimi giorni, sul blog, dimostriamo una particolare attenzione ai nomi che andranno a ricoprire i principali incarichi a Washington.

    Riguardo al Libano ho la sensazione che alla fine sarà nuovamente sacrificato.

    Reply
  40. avatar
    utente anonimo at |

    Daniele ti credo. Ci mancherebbe. Ho capito già dallo scorso commento che hai avuto esperienze “dirette” nel merito.. :)

    Vorrei sapere, però, se qualcuno ha letto quel libro che ho segnalato e che ne pensa del “probabile” filo conduttore tra quell’accordo con Malta, la strage di Ustica e quella di Bologna.

    Reply
  41. avatar
    Silendo at |

    Io ho letto il libro diversi anni fa (credo appena uscito) e devo dire che l’ipotesi che formula non mi è sembrata peregrina. Anzi…

    Però, come predico sempre io, un’ipotesi resta tale in mancanza di conferme.

    Reply
  42. avatar
    daniele67 at |

    anonimo 40

    no, non ho letto quel libro,purtroppo, ma la cosa mi sta incuriosendo da morire…

    grazie!!;-)

    Reply
  43. avatar
    Silendo at |

    Daniele, il libro è questo: http://www.webster.it/libri-minaccia_vendetta_ustica_bologna_filo-9788820494803.htm

    La tesi di Zamberletti, politico in quel periodo con incarichi governativi (tra l’altro, se non erro, è stato anche Sottosegretario alla Presidenza con delega ai Servizi), è che i libici si siano vendicati per una serie di accordi che l’Italia aveva concluso con Malta e che, di fatto, limitavano l’influenza libica sul piccolo arcipelago.

    Non si tratta comunque di mere “ipotesi”.

    Zamberletti cita una serie di fatti e di testimonianze che, quantomeno, inducono a prendere in esame seriamente la possibilità che quanto da lui affermato sia vero.

    Se non trovi il libro te lo fotocopio io 😉

    Reply
  44. avatar
    daniele67 at |

    caro silendo,

    mi hai fatto perdere la scommessa che ho fatto…avevo scommesso che i avresti risposto postando il link del libro in 2 minuti…ce ne hai messi quasi 3…accidenti ho perso 10 euro!!!:-)

    grazie!!:-)

    Reply
  45. avatar
    Silendo at |

    ahahahah mi dispiace :))

    E’ che ho perso tempo a controllare la disponibilità del volume nelle librerire Feltrinelli. Purtroppo ne sono sprovviste :)

    Reply
  46. avatar
    utente anonimo at |

    Lo trovate su IBS. Difficile reperibilità, ma alla fine, dopo aver aspettato un pò, arriva.

    The Jackal

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)