2 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

    ciao, quali sarebbero i limiti? hai messo la pulce nell’orecchio…

    m+

    Reply
  2. avatar
    Silendo at |

    Ciao Mauro.

    A mio avviso sono i seguenti:

    1) è troppo indulgente con la magistratura

    2) esamina troppo “superficialmente” le vicende a cavallo degli anni 89/93 e comunque si mantiene su un livello volutamente troppo generico

    3) in un punto il racconto degenera, a mio avviso, in lotta interna tra magistrati (nello specifico viene attaccato Piero Grasso, “reo” di non aver condiviso l’impostazione dell’autore e dei c.d. “caselliani” della Procura).

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)