7 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

    Per chi come me non c’era, ecco il link in cui è presente .la registrazione:

    http://www.radioradicale.it/scheda/255456/giornata-di-discussione-sul-tema-la-politica-estera-al-bivio-le-sfide-del-nuovo-governo

    Alessissimo84

    Reply
  2. avatar
    ilraffa at |

    Alessissimo, il link che indichi l’aveva già inserito Silendo nel post.

    Da te non si visualizza ?

    Reply
  3. avatar
    utente anonimo at |

    Chiedo venia per la ripetizione, ma a me appare solo il link di epistemes e non che contiene la registrazione.

    Alessissimo84

    p.s. data la ripetizione cancellate pure questi due commenti

    Reply
  4. avatar
    AllegraBrigata at |

    Ho la delega del padrone di casa, momentaneamente assente per sopravvenuti impegni :))))

    Alessissimo, è probabile che la tua sia una questione che riguarda Java o qualcosa del genere.

    Federico

    Reply
  5. avatar
    utente anonimo at |

    Grazie Federico, anche se non riesco a capire bene il motivo della mancata visualizzazione del link…

    Alessissimo84

    Reply
  6. avatar
    utente anonimo at |

    Lasciando da parte i commenti precedenti relativi al link, vorrei soffermarmi sulla conferenza di Epistemes.

    Ho ascoltato quasi per intero tutti gli interventi, dedicandomi soprattutto a quelli dei fratelli Gilli.

    Condivido molto di quanto è stato da loro affermato, soprattutto per quanto riguarda la presenza di un diritto internazionale egemonico che inibisce il funzionamento delle organizzazioni internazionali.

    La rievocazione dell’immortale Tucidide è quindi servita a fare da sfondo a questa affermazione.

    Sulla politica estera italiana, dopo aver seguito il dibattito sul sito di epistemes, Mauro Gilli si è dimostrato molto attento nel cogliere i principali aspetti dell’azione italiana. Andrea Gilli, invece, ha richiamato le pagine tocquevilliane sulla politica estera che, per sua natura, non attrae facilmente gli spiriti democratici. Per il pensatore francese, difatti, è l’aristocrazia l’unico corpo sociale in grado di vedere in se la perpetuazione dello stato, un sentimento che Tocqueville non sembra riconoscere agli ambienti democratici.

    In merito agli altri interventi, è stata ripresa da Taradash e da qualcun altro l’idea della Lega delle democrazie, un’idea che, formulata da molti pensatori statunitensi (tra questi anche da Fukuyama nell’ultimo libro), ha trovato molti proseliti anche in Italia. Non credo, tuttavia, che nel breve termine l’alleanza delle democrazie possa essere realizzata, soprattutto perchè verrebbe a scontrarsi con la presenza delle Nazioni Unite. Sarebbe meglio, a mio avviso, rendere il consiglio di sicurezza responsabile dell’attuazione delle sue risoluzioni.

    In definitiva, sono molto soddisfatto della conferenza, in particolar modo degli interventi dei fratelli Gilli che seguo da tempo con passione e profitto.

    Alessissimo84

    Reply
  7. avatar
    Silendo at |

    Siamo in due, Ale :)

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)