4 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

    A parte il significato che racchiude, l’aspetto non mi ha impressionato molto positivamente… Lo trovo spoglio e triste. Avrei gradito un qualcosa di più moderno, al passo coi tempi, più stilizzato ma che almeno fosse d’impatto. Mi aspettavo un simbolo che al primo sguardo avrebbe trasmesso un messaggio migliore…

    Reply
  2. avatar
    utente anonimo at |

    Un paio di refusi:

    – il link a gnosis non è corretto;

    – stiamo parlando del motto e dell’emblema dell’AISI e non dell’AISE.

    Reply
  3. avatar
    Silendo at |

    :O

    Ti ringrazio. La vecchiaia avanza…

    Reply
  4. avatar
    utente anonimo at |

    Il primo che si è permesso di sostituire lo stemma rappresentativo del Servizio è stato il gen. Mario Mori, li fatto “approdare” quale direttore. Tale operazione ha determinato non poche riflessioni, una fra tutte era riferita al fatto che se il suddetto fosse andato ad assurgere l’importantissimo incarico di Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri (cosa molto improbabile), avrebbe potuto con tanta leggerezza, disconoscendo tradizioni e sentimenti permettersi di sostituire il rappresentativo stemma araldico dell’Arma??? Non credo!!! Tutto gli sarebbe stato impedito dall’immane potenza derivante dal connubio della sublime e immortale forza dei caduti e quella della resistenza ad oltranza posta in essere dai vivi. Questo per evidenziare che il successivo a poi ritenuto di cambiare, sostituire, tagliare le radici sane di una sana Istituzione al solo scopo di poter dire poi anche lui: “…..io disposi anche la sostituzione del logo…”!!! Darsi, quindi, una “paternità” ma di che cosa!! La sola “partenità” auspicabile in quegli Organismi dovrebbe essere quella di operare in maniera totalmente silente al fine di garantire sempre il bene della Patria, la sicurezza del nostro Territorio Nazionale e dei Cittadini. I loghi, gli stemmi, lasciamoli dove sono e come sono; Essi rappresentano e trasudano di storia, di percorsi, di tradizione, di sentimenti e di sacrifici, che nulla hanno e mai avranno a che fare con eventuali censurabili comportamenti messi in atto dai singoli ridicoli piccoli uomini.

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)