7 Responses

  1. avatar
    AMALTEO at |

    volevo giusto chiedere una tua valutazione

    tu da tempo dici che al quaeda è stata dissolta come organizzazione centralizzata e che permangono solo -sia pur ancora pericolosissimi- delle cellule autonome ed isolate

    per me ci sono due problemi.

    il primo è questa cosa mostruiosa per cui solo i dittatori riescono a sopire con la repressione la violenza che è capace di esprimere la religione islamica (sì: io penso che questo sia il peggiore monoteismo della storia. una religione nata sulla violenza, basata sull’odio del chiunque altro se non se stesso)

    il secondo è la disciplina altrettanto mostruosa di allevare un kamikaze.

    ci vogliono madri (innanzitutto madri), padri, fratelli, predicatori invasati per far crescere dall’infanzia alla età adulta uno che va contro l’istinto di sopravvivenza per scopare 10 vergini nell’improbabilissimo paradiso governato da un ex mantenuto da una nobildonna come maometto.

    i musulmani hanno la malsana funzione di alimentare il mio sopito spirito della invettiva

    comunque buon 2008

    cosa dice l’astrologia sul 2008?

    Reply
  2. avatar
    zarathustra85 at |

    ora capisco che l’anatema lanciato dal marito (su cui ho espresso qualche giorno fa delle perplessità sul mio post) ha i suoi fondamenti certi. Le responsabilità di Islamabad si stanno facendo sempre più evidenti, quindi perchè non costituire una commissione di indagine internazionale? Lascaire infatti questo caso nelle mani del governo Pakistano equivale a mettersi in una situazione dove l’assassino rimarrà sempre ignoto

    Reply
  3. avatar
    Silendo at |

    Al Qaeda come organizzazione è praticamente un ricordo.

    Si continua ancora a parlare di questo gruppo o perchè si ignora in buona fede la realtà o perchè si coltiva qualche altro interesse.

    Che un’organizzazione in agonia possa pianificare un attacco del genere (da quello che si riesce a capire l’attacco è stato multiplo, coordinato e persino con il ricorso a cecchini…) e per giunta in una zona sorvegliatissima senza aiuti esterni è RIDICOLO.

    A mio avviso, a prescindere da quale gruppo abbia materialmente compiuto l’operazione (al Qaeda o altri jihadisti), la mente è all’interno dell’ISI e/o delle Forze Armate.

    Riguardo a Musharaff non credo che ci sia una sua diretta responsabilità.

    Non aveva interesse a tirarsi addosso il casino conseguente ad un episodio del genere.

    Il fatto è che Musharaff stesso non controlla tutte le Forze Armate (anzi…) nè tutto l’ISI.

    Hai ragione Zarathustra. Sarebbe necessario un tribunale internazionale, sul modello di quello che indagò sulla morte di Hariri in Libano. Non credo però che ci siano effettive possibilità.

    L’Occidente non ha una strategia per la gestione del problema pakistano.

    Non ce l’hanno gli USA (la loro strategia era, per l’appunto, la Bhutto) e non ce l’ha neanche l’UE (i singoli Stati contano pochissimo). Per cui dubito che si riuscirà ad esercitare la giusta pressione internazionale per giungere alla costituzione di un Tribunale.

    E’, a mio avviso, una classica situazione di “imballamento” in cui le cose procedono (rotolano, più che altro) per l’inerzia degli attori.

    Ritengo inoltre che la morte della Bhutto cambierà molto poco negli scenari pakistani.

    PS non so cosa dice l’astrologia sul 2008 ma di sicuro ti faccio i miei più cari auguri 😉

    Reply
  4. avatar
    AMALTEO at |

    grazie

    e auguri anche a te

    anche le strategie hanno bisogno di ipotesi intuitive?

    vedi:

    http://amalteo.splinder.com/post/15331385/Per+il+2008

    Reply
  5. avatar
    utente anonimo at |

    http://www.nationalinterest.org/Article.aspx?id=16562

    buon anno caro silendo, ti suggerisco quanto sopra,

    aa

    Reply
  6. avatar
    ilraffa at |

    Ragazzi, il padrone di casa mi ha incaricato di salutarvi.

    Si scusa ma è molto impegnato in queste settimane e non ha neanche il tempo di aprire il suo blog.

    X Andrea: Silendo mi prega di riferirti che “quella cosa sta procedendo bene”.

    Un saluto a tutti

    Reply
  7. avatar
    utente anonimo at |

    …sono stato io…

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)