7 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

    Caro Silendo,

    Non sarebbe male come idea, ma quale potrebbe essere lo storico che dovendo decidere d’intraprendere un lavoro di tale importanza riuscirebbe a concluderlo in maniera metodologicamente corretta, magari smussando gli spigoli dietrologici che a luoghi hanno caratterizzato l’argomento…?

    Bourne

    Reply
  2. avatar
    Silendo at |

    Beh… di bravi storici in Italia ce ne sono.

    Soprattutto fra i giovani ci sono nomi validi che si sono occupati, e si occupano, dello studio della storia di questo Paese dal ’45 in poi, anni di piombo compresi.

    Reply
  3. avatar
    AMALTEO at |

    non ho nessuna competenza nel campo. ma occupandomi anch’io di altre politiche pubbliche, ho ben presente il tuo concetto di “ciclo”.

    nel caso della sicurezza le difficoltà che segala il tuo amico bourne sono forti. mi accontenterei, per il passato, di una rassegna dei successi e insuccessi e per la nuova normativa di una analisi delle coerenze/incoerenze interne del sistema congegnato.

    ma, ripeto, non è il mio campo.

    anche se , da cittadino in quasi vecchiezza (vorrei vivere ancora un po’: “io speramo che me la cavo”) sono molto interessato

    ciao e grazie per i tuoi commenti ai miei post. converserò in mattinata

    Reply
  4. avatar
    utente anonimo at |

    Caro Silendo,

    comunque ti dirò: se tutto dovesse andar per il verso giusto mi divertirò, ovvero sia il se riuscirò ad avere il classico colpo di c..o!; qualche mese fa parlando del mio lavoro, un amico storico m’ha promesso una passaggiata a tre con un altro “storico…” Sai in una bellissima spiaggia, bel mare, bei tramonti…Eh…

    Reply
  5. avatar
    Silendo at |

    Ama: non sono complimenti. E’ la realtà. Almeno secondo me :)

    Riguardo allo studio, storico o politologico, di questi argomenti manca la cultura. Manca la predisposizione, chiamiamola così, dei nostri scienziati e dei nostri storici.

    Cosa fare ? Non credo che una “cultura” o una “predisposizione” nascano da sole. In genere capita o come risultato indiretto di traumi nazionali (aggressioni militari e/o terroristiche con molte vittime civili!) o perchè qualcuno (lo Stato o qualche mente illuminata) decide di investire risorse promuovendo la ricerca in un dato settore precedentemente trascurato.

    Non vedo molte menti illuminate, non mi sembra che lo Stato prenda in considerazione la ricerca – neanche quella tecnologica figuriamoci quella storica-politologica in settori di nicchia come questi – spero che non si debba aspettare una qualche mazzata colossale 😉

    Seconda ed ultima considerazione.

    Le strutture di Intelligence in genere tendono ad usare come schermo la storia, peraltro vera in termini di principio, che si tratta di attività segrete e riservate. Quando falliscono si sente sempre dire che “i fallimenti sono palesi mentre i successi no”. Non è così.

    E’ vero che si tratta di argomenti che devono restare segreti il più possibile ma è anche vero che, alla fine, chi vuole indagare riesce sempre a scoprire quantomeno il quadro generale di certe situazioni. Non è vero che ad essere pubblici sono solo gli insuccessi mentre i successi sono sconosciuti.

    Ci sono tanti insuccessi che non sono resi pubblici (sono la maggior parte!) e tanti successi che sono, in genere VOLUTAMENTE, resi pubblici.

    Insomma, esiste sì un problema delle fonti (ci mancherebbe che non fosse così) ma spesso l’Intelligence (discorso generale, non prettamente italiano) ci marcia per pararsi il sedere.

    Reply
  6. avatar
    Silendo at |

    Utente anonimo :)) le tue parole mi hanno fatto venire in mente uno splendido tramonto. Dovrei avere da qualche parte qualche foto :))

    Reply
  7. avatar
    utente anonimo at |

    Caro Silendo,

    condivido la tua valutazione sulle fonti…Quanto alla mia passeggiata con i due storici,in quel luogo stupendo…spero proprio che avvenga al più presto, e spero di sentirmi raccontare cose “romantiche” visto il fascino di quel luogo…

    Ah per tutti i lettori: mi piaciono le donne (a scanso di equivici!).

    Bourne

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)