17 anni fa…

… esattamente oggi sostenevo gli orali della Maturità  ed iniziava la più bella estate della mia vita.
Un’estate che sembrò non avesse più fine. Completamente libero da qualunque impegno che non fosse prendere il sole, giocare a beach volley (oh, arrivammo pure primi al campionato locale… vabbeh… essendo l’organizzatore della squadra feci arrivare anche un mio compagno del Liceo che militava in A2 e quando schiacciava apriva i solchi sulla sabbia…ma sono particolari…).
Fu l’estate in cui vidi le Eolie per la prima volta, assieme a Peppe, Ilaria e Geraldine (ancora ricordo lo choc dei primi giorni in tenda!). L’estate in cui scoprii l’esistenza di un posto chiamato California  attraverso la lettura di un giornaletto di fitness (che si chiamava "California" per l’appunto… chissà se c’è ancora…).
L’estate in cui mi ammalai di quella strana malattia che è il "ferro" (e questa la capiscono solo gli ammalati come me), ma soprattutto fu l’estate delle scelte.
Pur avendo coltivato nei 18 anni (scarsi) precedenti una sola passione (tipo la Patria, l’odio per tutto ciò che è criminalità, soprattutto per la mafia ed il terrorismo, l’amore per le Forze di Polizia) e un solo Mito (Giovanni Falcone, che nel ’90 era ancora qui con noi…) la scelta della Facoltà la presi sul serio. Iniziai a valutare seriamente Giurisprudenza, Scienze Politiche ed Economia (le altre facoltà, soprattutto quelle scientifiche, sono roba per pirla ottusi… ) comprando tutto ciò che trovavo in commercio. Ricordo che dalla villa a mare rientravo in città con il mio "Sì" nel tardo pomeriggio per andare in libreria a comprare i testi monografici sulle Facoltà.
Dopo attenta valutazione di tutti i pro ed i contro scelsi ovviamente Giurisprudenza (anche perchè avevo dall’altra parte dello Stretto una delle migliori Facoltà di Giurisprudenza… oltre al fatto che è in assoluto LA Facoltà per eccellenza… e poi, venendo dal Classico, liceo creato per formare l’elite del Paese, non potevo che prendere la Facoltà che è la continuazione logica nella formazione di quella elite….marò che discorso classista e snob che ho fatto  ) e debbo dire che più passa il tempo più non smetto di pensare che fu una delle migliori scelte della mia vita.
Fu anche l’estate dell’invasione del Kuwait da parte di Saddam.
Una mattina di agosto ci svegliammo con le immagini dei tank iracheni per le vie deserte di Kuwait City e dopo un paio di giorni davanti alla mia spiaggia transitavano i Gruppi da Battaglia statunitensi provenienti da Napoli e dall’Atlantico e diretti nel Golfo Persico per l’operazione Desert Shield a protezione della monarchia saudita e dei suoi pozzi petroliferi.
Ho ancora davanti agli occhi l’incredibile silouette di una nave da assalto anfibio, con il suo ponte di volo altissimo. Mi sembrava un’opera d’arte (lo so, sono malato). Scoprii dopo qualche giorno che era la USS Iwo Jima. La stessa nave che nel 1970 era stata utilizzata come "recovery ship" per il rientro della Missione Apollo 13.
Quando il giorno dopo passò al largo una portaerei nucleare (non so se ne avete mai vista una ma vi assicuro che è grande come una città… al confronto le navi container sembrano scialuppe di salvataggio!!!) non esitammo a prendere il primo motoscafo a disposizione per andare a vederla da vicino (adesso probabilmente, dopo l’attentato dell’USS Cole del 2000, ci sparerebbero per non farci avvicinare  ).
Il mare era una tavola ed erano le 16 di pomeriggio. Dalla spiaggia di fronte a casa mia fino alla nave ci impiegammo quasi 12 minuti. Fatti a tutta velocità, come dei veri e propri pazzi. Ci avvicinammo tanto da ricadere sotto la sua ombra. Fantastica…
Quando penso che sono passati tanti anni e soprattutto a quante cose sono cambiate non so se gioire (alcune cose erano poco piacevoli…) o piangere (la maggior parte erano bellissime…).
Ma di sicuro ho la certezza che certi periodi, comunque, non tornano più. Anche se si vivono tanti altri bei momenti certe esperienze fatte a quell’età sono irripetibili.
Peccato che non creda nella reincarnazione. Sceglierei di rivivere le stesse cose.

9 Responses

  1. avatar
    AMALTEO at |

    c’è quel filo di cosciente e “matura” malinconia per il tempo che passaa.

    mi è piaciuta questa pagina biografica. perchè fa ritornare il blog alle sue origini: un diario. diario pubblico però. perchè parlare di sè solo per sè presenta qualche differenza del parlare di sè sapendo di essere letti da qualcuno.

    un testo così, per esempio entra in risonanza con i miei ricordi. anche se dalla maturità , per me, di anni ne sono passati 39

    ciao e buona estate

    Reply
  2. avatar
    utente anonimo at |

    Caro Silendo ….

    io la maturità l’ho fatta nel 1986 a 18 anni scarsi (ovviamente trattavasi di maturità classica), ho fatto la facoltà di giurisprudenza a Palermo (che è meglio di quella di Messina… mai avuto uno scandalo “serio”) con laurea nel 1991 (e Falcone non era stato ancora ammazzato), ed ora (ora … dal 1993) sto a Como … ma che ci fai sempre alle Eolie?

    Hai la fortuna di passare in vacanza tutta la vita?

    Se mi vuoi scrivere, il mio indirizzo (che uso pochissimo … non so se questo mio messaggio viene pubblicato … io non pubblico mai niente) è giuseppe@rossi.net.ar

    Reply
  3. avatar
    utente anonimo at |

    Caro Silendo, se “l’elite del paese” considera le facoltà scientifiche come “roba per pirla ottusi” significa che questo povero Paese non ha proprio nessuna chance di rimanere fra le potenze industriali, siamo messi veramente male…

    Reply
  4. avatar
    Silendo at |

    Caro Giuseppe, piano con le bestemmie…. !!! Dire che Giurisprudenza a Palermo è meglio di Messina è una cosa un tantino assurda 😉 … oltre al fatto che scandali alla Facoltà di Legge non ce ne sono mai stati (semmai a Medicina ed Economia e Commercio).

    Purtroppo alle Eolie ci vado pochissimo. Proprio perchè in genere lavoro :)

    X l’utente anonimo: la mia era una battuta rivolta a qualcuno di specifico ;)) tranquillo

    X Ama: in genere ho diverse remore a scrivere di me, soprattutto quando si tratta di ricordi che considero “intimi”, ma ci sono volte in cui mi prende una malinconia… :)

    Reply
  5. avatar
    Zabetta at |

    La “pirla ottusa” sarei io …

    Reply
  6. avatar
    Zabetta at |

    Certo che bisogna essere dei geni per imparare quattro stronzate a memoria come i pappagalli.

    Reply
  7. avatar
    AllegraBrigata at |

    ahahahah questo post è il più bello da mesi !!! :))

    Concludendo io sarei sia un pappagallo che un ottuso :))

    Davide

    Reply
  8. avatar
    noneronera at |

    Mi pare di capire che siamo della stessa città, anche se non ho capito bene se tu ci vivi o ne mantieni solo i ricordi :) E comunque ti scrivevo per dirti che torno da un weekend a Lipari, tranquillissima (forse anche troppo!) di questi tempi, non capisco se perchè è ancora un po’ “presto” o perchè va meno “di moda” rispetto alle altre isole…

    Reply
  9. avatar
    Silendo at |

    Oddio che invidia pazzesca !!!!! 😀

    A Lipari, comunque, il casino in genere inizia verso Agosto, non prima. Ma chiudiamo qui l’argomento che rosico troppo…. ahahahah

    Lavoro a Roma ma rientro nella nostra città il più frequentemente possibile :)

    Anzi, diciamo che non so cosa sia Roma extralavorativamente parlando. Appena riesco a sistemare 48 ore di fila di “vacanza” rientro senza remore nè indugi 😉

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)