8 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

    non e’ cosi’ difficile; e se proprio uno e’ pigro basta che si legga le “conclusions” scritte in grassetto alla fine di ogni capitolo

    antonio

    Reply
  2. avatar
    Silendo at |

    :) già, ma le conclusioni non bastano per avere un’idea completa del rapporto :)

    Reply
  3. avatar
    utente anonimo at |

    certo che no, ma le conclusioni riassumono il contenuto del rapporto, concentrando il succo in poche righe; in fin dei conti, i destinatari del rapporto sono i cittadini americani, la maggior parte dei quali non ha voglia/tempo/competenze per leggersi tutto il malloppo, e il Senato giustamente facilita la lettura riassumendone le conclusioni essenziali

    cio’ detto, sui giornalisti io propendo per la tesi della pigrizia 😉

    antonio

    Reply
  4. avatar
    Silendo at |

    Ma non c’è dubbio :)

    La mia critica era rivolta a giornalisti e, soprattutto, un paio di “esperti” che analizzano documenti piuttosto lunghi e complessi (può anche capitare che le “conclusioni” dei documenti nascondano elementi non secondari) nell’arco di pochissime ore.

    Reply
  5. avatar
    ilraffa at |

    Perchè non ci stendi una bella analisi dei due documenti ? :)

    Reply
  6. avatar
    Silendo at |

    :) apprezzo il tentativo 😉

    PS magari nei tempi morti gli do un’occhiata :)

    Reply
  7. avatar
    2twins at |

    sono menti superiori. Una categoria che fino a ieri non doveva neppure essere laureata (Biagi, Lerner, Ferrara, etc.) e che è composta al 99% di paraculi è ovviamente superiore a te dal punto di vista intellettuale, aa. :)

    Reply
  8. avatar
    Silendo at |

    Eeeeeeeh lo so :))

    Reply

Leave a Reply to 2twins Click here to cancel reply.


(obbligatorio)