4 Responses

  1. avatar
    2twins at |

    anche gaiani dice quanto si diceva sul Corriere…

    tu che ne pensi..

    ciao, aa.

    Reply
  2. avatar
    Silendo at |

    Le analisi di Gaiani sul Sole e quella di Nese sul Corsera secondo me sono differenti, tranne che su di un punto.

    Gaiani sottolinea che gli Hezbollah sono riusciti a contrastare la tecnologia israeliana, mentre Nese arriva addirittura a parlare di aggressioni elettroniche da parte di Hezbollah cui Israele non sapeva rispondere (semplifico molto e se per caso ricordo male dimmelo pure).

    La differenza tra i due è considerevole.

    Da quel che so io la “potenza” elettronica di Israele è stata schiacciante. La sorpresa è stata causata dal fatto che gli Hezbollah hanno saputo contrastarla in qualche modo laddove non ci si aspettava alcuna reazione (in pratica sono riusciti ad operare senza farsi intercettare le comunicazioni).

    Nese, secondo me, ha esagerato un po’ la questione.

    Entrambi poi parlano di accecamento del radar della Corvetta israeliana colpita dal missile.

    Che io sappia la cosa è andata diversamente. Gli israeliani erano del tutto senza contromisure operative. In pratica non temendo un attacco missilistico da quella distanza hanno evitato di rendere attive le dovute contromisure. Che addirittura Hezbollah (con o senza l’appoggio iraniano e russo) riesca a disporre di tecnologia (ed addestramento) tale da poter sparare missili guidati da sistemi radar così sofisticati… beh… mi sorprenderebbe un po’…

    Reply
  3. avatar
    2twins at |

    la voce della verità mi illumina su questioni che conosco solo in superficie. :)

    aa

    Reply
  4. avatar
    Silendo at |

    ahahha Andrea te l’ho detto: secondo me esageri :)))

    Magari, non appena si avranno maggiori info, ci si renderà conto che le cose sono andate proprio come affermano Nese e Gaiani.

    Solo che, al momento, tendo ad inquadrare i fatti in modo diverso :)

    Sul tono dell’articolo di Nese, invece, le mie critiche sono senza appelo: ha mirato al sensazionalismo (il grande esercito messo in difficoltà dalla “sorpresa” Hezbollah) finendo per essere un bel po’ superficiale.

    Reply

Leave a Reply


(obbligatorio)