2 Responses

  1. avatar
    utente anonimo at |

    A leggere i commenti della stampa occidentale; a vedere l’aria che tira in Israele, mi sembra difficile sostenere che gli israeliani non abbiano voluto vincere.

    D’altronde, quando un mito crolla -invincibilità esercito israeliano – è difficile accettarne le conseguenze. Sarebbe pura eresia pensare che l’unica soluzione è politica e che passa soltanto dalla soluzione del conflitto israelo-palestinese?

    Saluti

    Reply
  2. avatar
    Silendo at |

    Dunque, per quanto mi riguarda non ho dubbi che l’Esercito israeliano, per motivi vari, non abbia “voluto vincere”. Nel senso che non ha applicato la forza necessaria (ma ampiamente disponibile) per l’eliminazione di Hezbollah.

    Il generale nell’intervista, a mio modesto parere, dice proprio questo: volendo avrebbe schiacciato gli Hezbollah ma non ha voluto.

    E’ il perchè non abbia voluto che è oggetto di discussioni e, soprattutto, di analisi.

    Pensare invece che gli Hezbollah siano stati in grado, militarmente, di resistere è, sempre a mio avviso, un errore grossolano. Non sono stati annientati perchè Israele ha sbagliato (o forse proprio non erano questi gli obiettivi dell’azione militare).

    Che la soluzione siano politica non c’è dubbio ma attenzione, l’uso della forza armata E’ politica. Non esiste, come erroneamente molti, troppi, pensano, una separazione tra politica e guerra, tra diplomazia ed armi. Sono due lati della medesima medaglia.

    Dubito fortemente invece che la questione palestinese sia risolutiva.

    La questione è una questione regionale e coinvolge attori di diversa natura.

    I palestinesi sono solo uno degli elementi in gioco e, credo, neanche il più importante. Di sicuro però la questione palestinese è più “spendibile”, in Occidente e nei Paesi arabi, di altre 😉

    Reply

Leave a Reply to utente anonimo Click here to cancel reply.


(obbligatorio)